Aprilia – Nuova Cosenza: 1-0

Aprilia-NuovaCosenza highlights
(Clicca sull’immagine per accedere al video – Fonte: Sportube.tv)

Buona la prima per Silvio Paolucci alla guida dell’Aprilia; al “Quinto Ricci”, una prestazione di carattere contro la capolista Cosenza per dimostrare a tutti ma soprattutto a se stessi che arrivare tra i primi 8 non è affatto impossibile. Squadra attenta in difesa, corta e compatta, pronta a ripartire ad ogni occasione, ma senza mai concedere il fianco all’avversario, neutralizzandolo in quasi tutte le circostanze. In poche parole, la fama di “corsari” che ha preceduto l’arrivo dei Lupi almeno oggi non si è concretizzata, anzi l’impressione generale è che nell’arco dei novanta minuti non solo i 14 punti di differenza non si sono visti, ma l’Aprilia ha dimostrato anche di più, meritando nel complesso i tre punti.

Paolucci per questo esordio sceglie di giocare con Montella largo a destra, Barbuti come terminale offensivo, e D’Anna sull’altra fascia, lasciando Ferrari e Ferrara in panchina. La prima occasione è per l’Aprilia, al 5′, con una discesa di Montella che palla al piede si fa tutto il campo e poi lascia partire un diagonale che non trova nessuno pronto a raccogliere. Nei minuti seguenti si assiste ad una serie di fuorigioco impressionante, ma ci sono seri dubbi che almeno un paio di chiamate siano del tutto sballate, una su Frigerio e una su Montella, ancora lanciato a rete. Il Cosenza non sbaglia nulla, e nonostante i tentativi dell’Aprilia di saltare il centrocampo e servire D’Anna o Barbuti, non succede nulla, e tra molti errori la contesa resta a centrocampo. Dopo un tentativo di Montella respinto da un difensore, al 27′ primo squillo del Cosenza, è Mosciaro a tirare ma la palla finisce alta. Del Duca spara fuori al 32′, poi al 35′ sugli sviluppi di un corner, Barbuti di testa colpisce centralmente e non impensierisce troppo il portiere Frattali. Al 39′ è uno dei due ex, Criaco, a calciare alto una punizione. L’altro ex, Calderini, fa a sportellate con la difesa dell’Aprilia ma non ottiene un pallone giocabile. Prima dell’intervallo, un tentativo di D’Anna con miracolo di Frattali, e un tiro di Alessandro per il Cosenza, palla ribattuta dalla difesa; 0-0 a fine primo tempo.

La ripresa comincia con un timido tiro di D’Anna, che si smorza prima di arrivare tra le braccia del portiere ospite. Al 53′ occasionissima per il Cosenza, Alessandro lasciato libero in area, colpisce la traversa a portiere battuto, i Lupi si mangiano le mani. Entra Ferrari al posto di Barbuti, e dopo 5 minuti si presenta a tu per tu con il portiere; seguito da tre difensori, scaglia un tiro potente in porta ma Frattali si supera e mette in angolo. Al 65′ esce Calderini, nell’indifferenza generale. De Angelis, subentrato al suo posto, si divincola bene in area due minuti dopo ma non riesce a tirare in porta. Sul ribaltamento di fronte altra azione in solitaria, con D’Anna centralissimo che spara sul portiere in uscita disperata; molto più di un goal mangiato questo; da qui in poi le gambe dei giocatori dell’Aprilia cominciano un po’ a tremare. Al 77′ Mosciaro tira da fuori, palla a lato. Al minuto 81 eccesso di altruismo dello stesso Mosciaro, che spreca una buona occasione cercando un compagno avanzato invece di tirare. Al minuto 84 punizione centrale per l’Aprilia, tiro che finisce tra le braccia di Frattali. Dopo un’altra occasione di Ferrari all’85mo, arriva l’azione decisiva: Montella sulla fascia sinistra resiste a due difensori, tiene palla e crossa all’indietro, pallone che raggiunge centralmente il limite dell’area di rigore, Corsi è lì e senza pensarci due volte tira di controbalzo e realizza la rete dell’1-0 per l’Aprilia; nell’occasione Frattali impreparato, forse perché coperto da un compagno, ma buonissima prestazione del portiere del Cosenza finora. Standing ovation per Montella al 90′, sostituito da Iannascoli. Dopo 5 minuti di recupero, al “Quinto Ricci” si può festeggiare: l’Aprilia batte la prima della classe.

Con questa vittoria l’Aprilia si porta a 18 punti, in dodicesima posizione a pari merito con il Poggibonsi, al limite della zona playout. Ma con i risultati di giornata la classifica si è accorciata moltissimo, il settimo posto è a soli due punti di distanza, tutto è ancora possibile, serve solo dare continuità ai risultati, a partire dalla prossima trasferta in casa del Tuttocuoio, che ha lasciato l’intera posta a Gavorrano perdendo 3-2. Per il Cosenza sconfitta agrodolce, visto che il Teramo di Vivarini è caduto in casa contro il Castel Rigone, 3-4 il finale, e un nuovo avversario avanza, è il Foggia, che ha agguantato la seconda posizione battendo l’Arzanese 2-0. Per i Lupi domenica prossima al “San Vito” arriva il Martina Franca, battuto dal Chieti in casa 1-0.

TABELLINO

APRILIA: Ragni, Cafiero, Frigerio, Amadio, Del Duca, Marino, Montella (90’ Iannascoli), Corsi, Barbuti (55’ Ferrari), Mazzarani, D’Anna (79’ Ferrara). A disp: Caruso, Mbodj, Marfisi, Petagine. All.: Paolucci

NUOVA COSENZA: Frattali, Bigoni, Mannini, Meduri, Blondett, Guidi, Criaco, Giordano, Mosciaro, Calderini (65’ De Angelis), Alessandro (75’ Napolano). A disp: Orlandi, Adamo, Carrieri, Pepe, Palazzi. All.: Cappellacci

ARBITRO: Pelagatti di Arezzo

ASSISTENTI: Mertino di Torre Annunziata, Oliviero di Ercolano

MARCATORI: 88′ Corsi (A)

AMMONITI: Mannini (NC), Del Duca (A), Ferrari (A), D’Anna (A), Guidi (NC).

ANGOLI: Aprilia 3, Nuova Cosenza 1

RECUPERO: 1′ pt, 5′ st

Annunci

Un pensiero su “Aprilia – Nuova Cosenza: 1-0

  1. Pingback: Trentaduesima giornata: Nuova Cosenza – Aprilia | Aprilia Calcio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...