Ventiseiesima giornata: Aprilia – Casertana

ApriliaCasertana

Dove eravamo rimasti? Era il 30 novembre 2013, l’Aprilia usciva con le ossa rotte dalla trasferta di Castel Rigone (4-1 per i toscani il risultato finale, con goal della bandiera di Montella al 90′). Dopo un paio di giorni di riflessione, l’Aprilia rescindeva consensualmente il contratto con Giuseppe Ferazzoli, affidandosi alla guida tecnica di Silvio Paolucci. Undici giornate e undici punti dopo, alla guida dei pontini torna il tecnico romano. Una cosa in comune con Paolucci, oltre alla guida dell’Aprilia in questa stagione disgraziata, è questa: la prima partita è in casa contro i primi in classifica. E’ successo a Paolucci, con la sfida al Cosenza, vinta peraltro 1-0, e succederà domenica a Ferazzoli per questo suo nuovo corso, dato che l’Aprilia ospita la Casertana, lanciatissima verso la vittoria finale del girone, nonostante lo sgambetto della Vigor Lamezia di domenica scorsa (1-3 il risultato finale).

L’Aprilia in casa ha un discreto ruolino di marcia, composto da 6 vittorie, 5 pareggi ed una sola sconfitta. L’ultima prestazione interna è stata il largo successo per 3-0 ai danni del Poggibonsi; per quanto riguarda la Casertana invece, è davvero dura trovare punti deboli, sia in casa che in trasferta, considerati i 47 punti complessivi raccolti (+21 rispetto all’Aprilia) e il comunque buon andamento in trasferta, 20 punti raccolti in 12 partite giocate lontano da casa. L’ultima partita giocata lontano dal “Pinto” è stata la vittoria di misura in casa del Castel Rigone. L’ultima sconfitta ottenuta in trasferta risale al 29 settembre scorso, quando i rossoblu furono sconfitti ad Ischia per 1-0.

Sono a confronto gli estremi in difesa, la meno battuta (18 reti subite) della Casertana e la più battuta (42 reti subite) dell’Aprilia. Per rendere un’idea di quanto diverse siano state le vie percorse da queste due squadre, basta considerare questo dato: dopo l’ottava giornata, cioé prima di Casertana-Aprilia, in classifica c’era un punto di differenza a favore dei campani, 13 a 12. Diciassette giornate dopo siamo 47 a 26, potrebbe bastare anche solo questo dato per avere un’immagine complessiva del pessimo campionato disputato finora.

Quanto ai precedenti tra Aprilia e Casertana, in campo professionistico è una sfida inedita, mentre in Serie D le due compagini si sono incontrate in due occasioni; in entrambe le sfide l’Aprilia ha avuto la meglio, 2-0 nel 2001/02 e 1-0 nel 2002/03. La gara di andata si risolse in una amara e sonora sconfitta per l’undici di Ferazzoli: un 4-1 con momentaneo pareggio di Cafiero, e con goal dell’ex nel finale di Cruciani, una volta capitano dei nostri colori.
clicca qui per i dettagli e per la sintesi della gara

Sugli altri campi spiccano Foggia-Cosenza e Teramo-Melfi, oltre alla sfida Sorrento-Gavorrano per la parte bassa della classifica. Punti pesanti in gioco anche nella sfida tra Aversa Normanna e Tuttocuoio. La partita sarà diretta dall’arbitro Rosario Abisso di Palermo, e si disputerà domenica, con calcio di inizio alle 14.30.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...