Ostia Mare – Aprilia: 3-0

Sconfitta netta, pesante e meritata per i ragazzi di Fattori, che si devono inchinare ad un Ostia Mare indemoniato, capace di imporre ritmi insostenibili per l’Aprilia già dai primi minuti. Pontini che ci mettono del loro per far sì che la giornata dei biancoviola sia perfetta; conviene archiviare questa partita come una “giornata no”, e cercare di voltare pagina il prima possibile, visto che il campionato è ancora molto lungo, ed in fondo la vetta è lontana solo due punti.

Pronti via e l’Ostia Mare prende possesso del centrocampo e del gioco, con una miriade di passaggi sullo stretto che stordiscono i giovani apriliani, che faticano moltissimo anche solo a cercare di ottenere palla e mettere il naso nella metà campo avversaria. Al minuto 11, colossale frittata di Caruso su un tiro più che innocuo di Piro. Evidentemente, venendo dalla Lega Pro, si è sentito superiore all’intera faccenda, andando in maniera più che molla sulla conclusione centrale e debole di Piro: palla che gli sfugge dopo il controllo iniziale e si insacca dietro di lui. Il peggiore degli autogoal, speriamo che serva ad aiutarlo a calarsi nella dimensione dilettantistica, visto che i tempi della Lega Pro sono belli che andati. Aprilia che non riesce a trovare la reazione dopo il regalo all’Ostia Mare. Al 22′ è già 2-0, con un bel colpo di testa di Costantini, che approfitta di un calcio d’angolo pennellato da Piro, e dell’immobilità della difesa pontina. A dire il vero, il 2-0 per i ragazzi di Chiappara avrebbe potuto concretizzarsi al 17′ su tiro di Fanasca, ma Sossai è stato bravo e fortunato a respingere di stinco a ridosso della linea di porta. Il portiere dell’Ostia Mare Travaglini osserva riposato la gara, nel primo tempo viene impensierito in modo molto lieve solo da Roversi. Il primo tempo sfuma senza ulteriori emozioni.

La ripresa comincia ancora con l’Ostia in avanti, colpo di testa di Piro al 48′ ma Caruso è presente e blocca la sfera. Poi una fase di gioco favorevole ai biancoazzurri. Prima Roversi con un colpo di testa manda di poco alto sopra la traversa, e pochissimi minuti dopo è ancora Aprilia in avanti con Giangrande, stavolta Travaglini deve impegnarsi in tuffo per respingere la minaccia apriliana portata ancora da Roversi. A ridosso del ventesimo della ripresa arriva l’acuto di Massella, al quarto goal stagionale con l’Ostia Mare, che concretizza il lavoro di Piro e D’Astolfo trafiggendo Caruso per la terza volta. Dopo il goal del 3-0 la partita cala molto di intensità, e non succede molto altro, se non un tentativo di Palazzini che per poco non trova il goal del 4-0.

La differenza in questa gara l’ha fatta la voglia dell’Ostia Mare di dimostrare a tutti che la sconfitta di misura in casa dell’Isola Liri è stata solo un incidente, e la giovanissima età media dell’Aprilia, che rende palesi i difetti di inesperienza soprattutto in gare come questa. Il 3-0 in trasferta rievoca i brutti ricordi di retrocessione nel match conclusivo contro l’Arzanese lo scorso maggio. Per trovare una sconfitta così sonora in Serie D bisogna tornare indietro fino al novembre 2010, quando l’Aprilia fu sconfitta per 3-0 dal Bacoli Sibilla, squadra con cui l’Aprilia si giocò la promozione in Lega Pro fino all’ultima giornata, vinta contro lo Zagarolo per 2-1. Questa è stata la sconfitta numero 75 in Campionato di Serie D per l’Aprilia, numero per fortuna comunque inferiore alle 122 vittorie ottenute dal 2000 ad oggi in ambito dilettantistico.

Sugli altri campi, Terracina e Nuorese fanno 1-1 e si spartiscono la posta in palio, così come Viterbese Castrense e Lupa Castelli Romani (2-2 il finale). L’Aprilia scende in quarta posizione, superata anche dal San Cesareo, vittorioso per 3-2 in Sardegna, a casa del Selargius. In coda si sblocca l’Anziolavinio (1-0 sul Palestrina). Domenica prossima l’Aprilia tornerà a giocare in casa, contro il Cynthia, che dopo l’inizio col botto è un po’ scemato, e viene dal pareggio interno per 0-0 contro l’Arzachena. L’Ostia Mare tornerà a giocare da capolista solitaria, e stavolta andrà al “Purificato” a giocare contro il Fondi, reduce dalla vittoria per 1-0 in trasferta contro il Budoni. Spicca anche la sfida tra San Cesareo e Terracina.

TABELLINO

OSTIA MARE: Travaglini, Cesaretti, Angeletti, De Nicolò, Costantini, Piroli, Piro (83′ Giorgini), D’Astolfo, Massella (70′ Palazzini), Fanasca, Maestrelli (72′ Biagiotti). A disp. Ludovici, Ferri, Breda, Sargolini, Rossi. All. Chiappara.

APRILIA: Caruso, Montella, Esposito, Cannariato (65′ Mele), Crepaldi, Sossai, D’Ambrosio (46′ Chiarucci), Fabiani, Roversi, Pagliaroli, Giangrande (57′ Maola). A disp. Casciotti, Toto, Schiumarini, Trincia, Marchetti, Rapone. All. Fattori.

ARBITRO: Gualtieri di Asti.

ASSISTENTI: Bocca di Lucca; Gini di Pontedera.

MARCATORI: 11′ Piro, 22′ Costantini, 64′ Massella

AMMONITI: Cannariato (A), D’Ambrosio (A), Sossai (A), Pagliaroli (A).

ANGOLI: Ostia Mare 7, Aprilia 4

RECUPERO: 2′ pt, 4′ st

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...