Archivio mensile:ottobre 2014

Nona giornata: Olbia – Aprilia

OlbiaAprilia

Nuova trasferta in terra di Sardegna per l’Aprilia di Fattori. Due settimane fa i biancoazzurri hanno fatto visita alla Nuorese, che appena prima della sfida con l’Aprilia aveva perso contro l’Ostia Mare ed aveva cambiato allenatore. La storia si ripete, perché si andrà a giocare in casa dell’Olbia, formazione che viene per l’appunto da una sconfitta in casa dell’Ostia Mare (3-2 il risultato) e che in settimana ha annunciato il cambio di guida tecnica: esonerato l’ex allenatore Pierluigi Scotto, spazio ad Oberdan Biagioni, che ritorna proprio dopo l’esperienza ad Olbia terminata la scorsa stagione.

L’Aprilia viene dalla bella vittoria interna contro l’Isola Liri, e si ritrova in terza posizione dopo aver superato la Viterbese Castrense, caduta 1-0 a Sora. L’Olbia, dopo la sconfitta di Ostia, naviga non molto dietro, in settima posizione a quota 11, stesso punteggio raccolto dal Terracina. Formazione che segna molto, l’Olbia, ben 16 reti siglate, e terzo miglior attacco dopo Ostia Mare e Lupa Castelli Romani, ma altrettante subite, quarta peggior difesa, dopo il Selargius, e i due fanalini di coda Budoni ed Anziolavinio. Degli 11 punti realizzati ben 10 sono stati raccolti in casa, quindi questa sarà una gara molto complicata per i pontini.

In Coppa Italia Serie D, l’Olbia ha esordito nel Primo Turno, ma l’avventura è finita subito, con una sconfitta per 2-1 sul campo del Budoni.

Nella storia dell’Olbia la Serie D non è il principale campionato, per molte stagioni i sardi hanno calcato campi di Serie C; tuttavia nel 2009/10, dopo un ottavo posto ottenuto sul campo in Seconda Divisione Lega Pro, la squadra è stata esclusa per irregolarità finanziarie ed ha dovuto rifare la trafila dall’Eccellenza Sarda. Due stagioni fa vincendo il campionato di Eccellenza si è guadagnata di nuovo la D e subito ha centrato un quarto posto buono per i playoff, persi poi contro il San Cesareo.

Sarà la prima sfida ufficiale tra Olbia ed Aprilia.

Annunci

Ottava giornata: i risultati della domenica

Occhi puntati sulle due squadre in fuga, Ostia Mare e Lupa Castelli Romani: nessuna delle due ha tradito le attese, 3-2 per entrambe le squadre, rispettivamente contro Olbia in casa e Terracina in trasferta. Cade la Viterbese Castrense, per 1-0 sul campo del Sora; sorride l’Aprilia, che con la vittoria di ieri contro l’Isola Liri guadagna la terza posizione in solitaria. Di seguito i risultati dell’ottava giornata:

ANZIOLAVINIO – FONDI: 0-0 (giocata ieri)
APRILIA – ISOLA LIRI: 2-0 (giocata ieri)
ASTREA – SAN CESAREO: 2-3
BUDONI – ARZACHENA: 1-1
CYNTHIA – SELARGIUS: 0-1
OSTIA MARE – OLBIA: 3-2
PALESTRINA – NUORESE: 1-1
SORA – VITERBESE CASTRENSE: 1-0
TERRACINA – LUPA CASTELLI ROMANI: 2-3

Clicca qui per la classifica aggiornata

Aprilia – Isola Liri: 2-0

Davanti alle telecamere della Rai, l’Aprilia fa una bella figura battendo per 2-0 l’Isola Liri nell’anticipo dell’ottava giornata del Campionato di Serie D Girone G e, in attesa dei risultati delle concorrenti nella giornata di domenica, si accomoda in terza posizione a quota 15 punti. Prestazione complessivamente buona dei ragazzi di Fattori, che nel primo tempo hanno trovato il vantaggio quasi subito ed hanno controllato senza affanno le poche iniziative dei ciociari di Ciardi, mentre nella ripresa hanno dovuto faticare un po’ più del dovuto, lasciando campo e manovra all’Isola Liri, prima dell’atterramento da ultimo uomo di Pagliaroli ad opera del portiere ospite Saccucci che di fatto ha posto fine alle speranze di rimonta dei biancorossi.

Minuti iniziali di studio, in cui l’Aprilia fa prevalentemente girare palla in attesa di un varco lasciato dagli ospiti. Al 13′ si presenta un’occasione d’oro: Pagliaroli servito in area riesce di testa a spizzare verso il centro dell’area di rigore, dove sul pallone arriva prima di tutti Roversi, che calcia mantenendo basso il pallone, battendo così il portiere in uscita: è 1-0 per l’Aprilia. Lo svantaggio però non scuote l’Isola Liri, e l’Aprilia così può controllare, cercando senza troppa precisione di imbeccare gli scatti di Pagliaroli, molto mobile sulla linea d’attacco, e di Roversi, ben controllato dalla difesa, a volte ai limiti del lecito. Durante la prima frazione molti i falli di gioco, ma pochi cartellini, solo 2, ai danni di Basilico e Lanni, entrambi dell’Isola Liri. Al 28′ Falco per l’Isola Liri va vicino al pari con un colpo di testa che termina alto, poi è l’Aprilia a sfiorare il raddoppio con un tiro che si spegne di pochissimo a lato. A fine primo tempo doppia occasione per gli ospiti: su calcio di punizione Carlini trova la barriera, poi Valentino chiama Caruso ad un bell’intervento acrobatico per salvare la porta. Il primo tempo si conclude 1-0 per i ragazzi di Fattori. Ottima la prima frazione di Montella, decisivo in un paio di interventi.

La ripresa comincia con i ritmi appena più bassi, e l’Isola Liri prova ad approfittarne al 50′ ma Cannariato è attento a sventare le minacce in area di rigore. L’Aprilia vive di ripartenze, e quando prova a scappare costringe gli ospiti al fallo, le ammonizioni fioccano, ma i calci di punizione battuti da Toto sono per lo più passaggi al portiere, nella ripresa ne vengono sprecati ben tre. Al 66′ Caira prova a sorprendere Caruso, ma il portiere dell’Aprilia è bravo a respingere. Proprio Caira lascia il campo a Mastrosanti, il quale non fa in tempo ad entrare che viene già ammonito per un fallo in zona d’attacco. L’Aprilia continua a manovrare senza troppa velocità e l’Isola Liri tenta di pareggiare con un altro neo entrato, Reali, che a porta quasi sguarnita calcia, ma Caruso devia il pallone, che rimbalza sulla parte alta della traversa prima di uscire fuori. Ancora un cross piuttosto casuale dal lato destro chiama Caruso ad una deviazione plastica in angolo. Al minuto 85 su una ripartenza dell’Aprilia, l’Isola Liri fa male il fuorigioco, lasciando l’ultimo difensore nella metà campo pontina, e Pagliaroli partendo dalla sua metà campo si trova a fare 40 metri buoni da solo; al limite dell’area, nel tentativo di saltare Saccucci, viene atterrato dal portiere, che si becca il rosso e lascia la squadra in 10. Sulla punizione seguente il portiere di riserva Caldaroli compie una prodezza sul tiro fortissimo di Toto. Al minuto 89 però, su un cross dalla sinistra dello stesso Toto, la palla non viene governata in area e finisce tra i piedi di Maola, che controlla e scarica sul palo lontano, è 2-0 e la partita si chiude qui: i 5 minuti di recupero non hanno nulla da raccontare.

Aprilia che va a 15 punti, Isola Liri che resta a 7 nella parte bassa della classifica, in attesa dei risultati delle altre. Domenica prossima Aprilia in campo in casa dell’Olbia, impegnato in casa dell’Ostia Mare.

TABELLINO

APRILIA: Caruso; Montella, Chiarucci, Esposito; Maola, Cannariato, Crepaldi, Fabiani (76′ Schiumarini), Toto; Roversi (95′ Molinari), Pagliaroli (90′ Giangrande). A disp. Casciotti, D’ambrosio, Trincia, Cioè. All. Fattori.

ISOLA LIRI: Saccucci; Santangeli, Falco, Schettino, Gentile; Basilico, Lanni (73′ Reali), Capolei, Carlini; Caira (64′ Mastrosanti (86′ Caldaroni), Valentino. A disp. Caldaroni, Bianchi, Martino, E. Cirelli. All. Ciardi.

ARBITRO: Ayroldi di Molfetta

MARCATORI: 13′ Roversi, 89′ Maola

AMMONITI: Basilico (I), Lanni (I), Fabiani (A), Mastrosanti (I), Gentile (I), Santangeli (I)

ESPULSO: Saccucci all’85’ per fallo da ultimo uomo

RECUPERO: 2′ pt, 5′ st

Ottava giornata: i risultati degli anticipi

Aprilia in campo di sabato pomeriggio, contro l’Isola Liri (la partita è stata trasmessa in diretta su RaiSport2). La formazione di Fattori si è imposta per 2-0 sui ciociari, con le reti di Roversi al 13′ il quale, servito in area di rigore da una spizzata di testa in seguito ad una rimessa laterale, ha colpito con un rasoterra il portiere in uscita, e di Maola al minuto 89, con un bel diagonale sul secondo palo, sfruttando un cross gestito male in area dei biancorossi. Da segnalare l’espulsione del portiere ospite Saccucci per fallo da ultimo uomo su Pagliaroli lanciato a rete. Nell’altro anticipo, l’Anziolavinio ha pareggiato 0-0 contro il Fondi.

Dopo gli anticipi, la classifica vede l’Aprilia scavalcare temporaneamente la Viterbese Castrense in terza posizione, a quota 15, a tre punti di distanza dal primo posto occupato dall’Ostia Mare, che domani giocherà in casa contro l’Olbia.

Ottava giornata: Aprilia – Isola Liri

ApriliaIsolaLiri

Dopo le due trasferte consecutive con Palestrina e Nuorese, finalmente è tornato il momento di giocare davanti ai propri tifosi per l’Aprilia di Mauro Fattori. A fare visita ai pontini sono i ciociari dell’Isola Liri, formazione che in questa stagione ha già affrontato l’Aprilia in Coppa Italia, avendo la meglio per 2-1 sul proprio campo. I ragazzi di Ciardi arrivano carichi a questa sfida, avendo portato a casa i 3 punti nella gara interna contro il Cynthia di domenica scorsa, 3-0 il risultato finale. Per l’Aprilia invece l’ultima partita di campionato ha portato un solo punto, frutto del pareggio a reti inviolate contro la Nuorese. Nelle 3 partite disputate finora in casa dai biancoazzurri sono arrivati 7 punti, grazie alle vittorie su Astrea (2-0) ed Anziolavinio (3-1) e al pareggio per 0-0 contro il Cynthia. L’Aprilia occupa la quarta posizione in classifica, a quota 12, a -6 dalla vetta occupata dall’Ostia Mare, e a soli 2 punti dal terzo posto, di proprietà della Viterbese Castrense. Anche l’Isola Liri ha un ottimo andamento in casa, 7 punti come l’Aprilia, ma ottenuti in 4 partite, a un solo punto rimediato lontano da casa, per la precisione in casa dell’Anziolavinio, alla sesta giornata, 0-0 il finale. L’Isola Liri deve però sottrarre un punto di penalizzazione, e questo pone i biancorossi in decima posizione, non in solitaria ad 8 punti, ma in compagnia di Sora, Astrea e Fondi a 7.

Nella sua storia l’Isola Liri ha calcato per lo più campi dilettantistici o inferiori; nell’ultimo decennio invece i ciociari si sono imposti in Serie D ed hanno conquistato l’accesso alla Lega Pro nel 2007/08. Quattro gli anni di permanenza tra i professionisti, con un ripescaggio nella stagione 2008/09 e con il 9° posto del 2010/11, miglior risultato della sua storia. L’Isola Liri milita nella categoria dilettantistica per il terzo anno consecutivo, sempre occupando posizioni di medio-bassa classifica.

Come detto poco sopra, l’Aprilia ha dovuto salutare la competizione di Coppa proprio per mano dell’Isola Liri, 2-1 il finale. Il cammino dei ciociari è proseguito per altri due turni: dopo l’Aprilia è caduto anche il San Cesareo, 6-5 ai rigori dopo il 2-2 dei 90 regolamentari. L’Ostia Mare, sempre ai rigori, ha ricambiato il favore nel turno successivo, 1-1 dopo 90 minuti e 7-6 dopo i rigori.

Tra Aprilia ed Isola Liri ci sono dei precedenti sia in Serie D che in Lega Pro. Al “Quinto Ricci” l’Aprilia ha avuto sempre la meglio, 2 vittorie su 2, con l’ultima sfida terminata 2-1 sulla squadra allora allenata da Grossi, vittoria rocambolesca ed emozionante: dopo il vantaggio dell’Isola Liri ad inizio ripresa, Lacheheb al minuto 83 e Calderini proprio al 90′ regalavano i tre punti alla squadra allora allenata da Vivarini, punti decisivi per i pontini in ottica playoff e sconfitta decisiva in ottica retrocessione per l’Isola Liri.

Clicca qui per consultare i precedenti tra Aprilia ed Isola Liri

La partita verrà disputata Sabato 25, alle ore 17, come anticipo dell’ottava giornata, e sarà addirittura trasmessa da RaiSport2 con copertura nazionale. Un’occasione ghiotta per seguire la squadra in TV, per chi non può recarsi allo stadio a sostenere i colori apriliani.

Nuorese – Aprilia: 0-0

L’Aprilia di Fattori torna dalla Sardegna con un punto, con la consapevolezza di avere giocato una gara complicata e con qualche sorriso per una difesa che ha retto molto bene l’urto contro una squadra “ferita” e che voleva regalare al suo nuovo tecnico tre punti all’esordio. Contro la Nuorese il risultato non si sblocca mai, e lo 0-0 può accontentare entrambe le squadre, perché la Nuorese aveva parecchie assenze e veniva da una settimana pesante, mentre l’Aprilia muove la classifica, anche se le prime tre hanno vinto e cominciano ad andarsene per fatti loro.

Fattori presenta una squadra piuttosto abbottonata, con un centrocampo folto e con consegne di copertura anche per gli elementi più offensivi. La Nuorese invece schiera una formazione offensiva, pur nei limiti delle poche presenze a disposizione di Bacci. Fasi iniziali di studio, poi è la Nuorese a rompere gli indugi con due occasioni ravvicinate nello spazio di 80 secondi, prima Gianni imbeccato da Cocuzza tira a lato, poi lo stesso Cocuzza mette in difficoltà Caruso, che prima serve Cadau con una respinta goffa, e poi rimedia evitando il vantaggio sardo. Dopo queste due azioni l’Aprilia riesce a riprendere il filo della gara e blocca ogni iniziativa della Nuorese, fino al minuto 26, quando Cocuzza tenta una conclusione che non crea problemi a Caruso. Ben altro impegno richiede Pusceddu al portiere pontino pochissimi minuti dopo, Caruso chiamato agli straordinari. Ancora i verdeazzurri avanti al 35′ con Cadau ma il tiro non è pericoloso. Al 39′ Alessandri sfiora l’incrocio su assist di Sigismondi. Per un Aprilia passivo in questa prima frazione, solo un tentativo di assist da parte di Pagliaroli per Fabiani, ma la difesa della Nuorese si fa trovare pronta. 0-0 il finale del primo tempo, con l’Aprilia che bada più a tenere botta che ad attaccare.

La ripresa comincia con tutt’altro ritmo, e soprattutto con l’Aprilia in attacco. Ripetute le occasioni per i ragazzi di Fattori che hanno la sfortuna di non trovare mai lo spiraglio giusto: al 47′ Pagliaroli servito ottimamente da Toto, in rovesciata non trova la porta per poco. Al 55′ ancora Pagliaroli imbeccato da Fabiani salta il difensore che lo marcava ma poi viene chiuso appena prima del tiro. Prova a spezzare il ritmo Cadau con un tiro da fuori al 57′, ma è solo un fuoco di paglia perché c’è quasi solo l’Aprilia in campo: Roversi al 60′ viene anticipato da Boi appena prima di concludere, e pochi minuti dopo anche Maola va alla ricerca del goal, ma il portiere locale Deliperi deve intervenire con i piedi per salvare la sua squadra. Dopo la sfuriata pontina, la Nuorese riprende le misure agli avversari e ricomincia a macinare gioco: Cadau scappa alla difesa ma è attento Caruso in uscita a sventare la minaccia. Poi ancora Cocuzza impreciso, la palla finisce alta dopo una bella manovra dei sardi. Lepore pochi minuti dopo sfiora il goal con l’azione forse più pericolosa della gara: tiro di Frongia, respinta della difesa e botta di prima cercando di piazzare il tiro verso l’angolino, ma la palla sfiora davvero la rete. L’intensità della gara scema progressivamente fino al fischio finale, lo 0-0 regala un punto ad entrambe le formazioni.

Per l’Aprilia quindi questa doppia trasferta ravvicinata ha portato 4 punti su 6 e non si può certo dire che sia andata male ai ragazzi di Fattori. Domenica prossima si torna finalmente al “Quinto Ricci”, avversario l’Isola Liri, che ha annientato il Cynthia di Genzano con un perentorio 3-0. Per la Nuorese invece trasferta a Palestrina, dove troverà una squadra ringalluzzita dalla vittoria esterna in casa del Fondi per 1-0. In testa ancora un 3-0 dell’Ostia Mare, in casa del San Cesareo, e una vittoria di misura della Lupa Castelli Romani per 1-0 sull’Astrea. Vince anche la Viterbese Castrense, 2-0 sul Budoni. La sfida tra Arzachena e Terracina finisce 0-0, permettendo ad entrambe le squadre di mantenere l’imbattibilità e di tenersi in quinta posizione, in compagnia dell’Olbia, vittorioso in casa contro l’Anziolavinio (3-2 il finale).

TABELLINO

NUORESE: Deliperi, Sigismondi, Frongia, Lepore, Boi, Fadda, Cadau, Alessandrì, Pusceddu (63′ Deiana), Cocuzza, Gianni (73′ Puddu). A disp. Nurra, Cossu, Buttau, Biscu, Selloni, Tupponi, Milia. All. Bacci

APRILIA: Caruso, Montella, Esposito, Schiumarini (85′ Tozzi), Crepaldi, Chiarucci (56′ Giangrande), Maola, Fabiani (73′ Cioè). Roversi, Pagliaroli, Toto. A disp. Casciotti, D’Ambrosio, Trincia, Molinari. All. Fattori

ARBITRO: Berger di Pinerolo

ASSISTENTI: Canu e Masia di Sassari.

AMMONITI: Schiumarini (A), Alessandri (N), Crepaldi (A), Fabiani (A),

ANGOLI: Nuorese 4, Aprilia 3

RECUPERO: 2′ pt, 5′ st

Settima giornata: i risultati

Nella sua seconda trasferta consecutiva, l’Aprilia impatta a Nuoro, 0-0 il risultato finale. I verdeazzurri allenati da Bacci hanno sfiorato il vantaggio in più occasioni, ma anche l’Aprilia è andata vicina al colpaccio soprattutto con Pagliaroli, portando però a casa un solo punto. Di seguito i risultati della settima giornata:

ARZACHENA – TERRACINA: 0-0
FONDI – PALESTRINA: 0-1
ISOLA LIRI – CYNTHIA: 3-0
LUPA CASTELLI ROMANI – ASTREA: 1-0
NUORESE – APRILIA: 0-0
OLBIA – ANZIOLAVINIO: 3-2
SAN CESAREO – OSTIA MARE: 0-3
SELARGIUS – SORA: 2-0 (giocata ieri)
VITERBESE CASTRENSE – BUDONI: 2-0

Clicca qui per la classifica aggiornata