Il 2014 dell’Aprilia

Aprilia

L’anno solare 2014 si è concluso per i colori apriliani con un pareggio che ha lasciato l’amaro in bocca, 3-3 in casa contro il Budoni, dopo essere stati in vantaggio per 3-1 a 5 minuti dal novantesimo. Purtroppo il 2014 non è stato affatto un buon anno per l’Aprilia. La retrocessione dalla Lega Pro è stata un colpo quasi mortale per la società biancoazzurra che ha dovuto letteralmente lottare per iscriversi alla Serie D quest’anno.
Ecco le tappe che hanno contraddistinto questo anno non positivo per l’Aprilia.

GENNAIO: L’Aprilia è in lotta per ottenere uno dei posti utili per la Lega Pro unica, ma si trova in tredicesima posizione in classifica, un piazzamento che non eviterebbe la retrocessione. La prima partita dell’anno è sfortunata: un 1-1 interno contro il Foggia con molto rammarico per il palo colpito da Montella nei minuti di recupero. Per tutto l’anno l’Aprilia soffre di un mal di trasferta incurabile. Né Ferazzoli prima, né tantomeno Paolucci, alla guida dell’Aprilia in questo periodo, riescono ad arginare queste difficoltà. L’Aprilia cede 1-0 in casa del Sorrento, prima di pareggiare ancora in casa contro il Martina Franca (1-1). Poi ancora la sconfitta di misura a Chieti per 1-0 chiude il mese, lasciando l’Aprilia in sedicesima posizione, a soli 5 punti dall’ultimo posto.

FEBBRAIO: Il mese comincia con lo 0-0 interno con il Messina, poi la sconfitta in casa del fanalino di coda Gavorrano per 2-1 è un pò l’emblema della stagione. Il sussulto di orgoglio della settimana seguente (3-0 al Poggibonsi) sembra illudere, ma ci pensa il Melfi a riportare le nuvole in casa pontina. Il 2-1 in Basilicata costa la panchina a Paolucci, e viene richiamato Ferazzoli dopo soli 3 mesi e mezzo.

MARZO: Così come accadde a Paolucci, l’esordio dell’era Ferazzoli-bis è contro la capolista. All’epoca era il Cosenza, ora la Casertana. Il risultato è strabiliante: dopo essere andati sotto a venti minuti dal termine, l’Aprilia ribalta in 5 minuti e vince la partita per 2-1. Poi finalmente arriva un punto in trasferta, con lo 0-0 ad Ischia. Sembrava che Ferazzoli stesse trovando la cura, ed invece arriva la sconfitta più cocente della stagione: la Vigor Lamezia batte l’Aprilia al “Quinto Ricci” per 2-1, facendo naufragare ogni speranza: l’Aprilia ripiomba a -4 dalla quota playout. Poi, sempre al “Quinto Ricci”, arriva il Teramo di Vivarini, e l’Aprilia lo sorprende: 3-1 il finale. Il pareggio in casa dell’Aversa Normanna, ancora per 0-0, chiude il mese, con l’Aprilia a soli 2 punti dal dodicesimo posto, e un sogno salvezza da coltivare.

APRILE: Lo spareggio con il Castel Rigone apre il mese, e la squadra di Ferazzoli risponde presente. 3-1 e Castel Rigone praticamente fuori dai giochi. La trasferta di Cosenza è ancora più soddisfacente, arriva al sedicesimo tentativo la prima vittoria esterna di stagione, un pregevolissimo 1-0 con rete di tacco di Corsetti. Per l’ultima in casa dell’Aprilia ci si aspetta una gara di orgoglio: i pontini ospitano il Tuttocuoio di Nicola Ferrari, ex di lusso. Le due squadre si presentano con un nono posto in classifica a quota 40, vincere vorrebbe dire agguantare la zona playout matematicamente. Ne viene fuori uno 0-0 scialbo, che paradossalmente fa più comodo al Tuttocuoio, visto che l’Aprilia è chiamata a raccogliere i punti decisivi in casa dell’Arzanese, seconda forza del campionato nel girone di ritorno. Chi lascia lo stadio ha la sensazione (non a torto) che quella col Tuttocuoio è stata l’ultima partita di Lega Pro per l’Aprilia al “Quinto Ricci”.

MAGGIO: Il finale di stagione era scritto nell’aria. L’Aprilia sarebbe andata a Frattamaggiore a prendere schiaffi, e così è stato. 7 minuti sono bastati per permettere all’Arzanese di passare in vantaggio e spingere l’Aprilia in Serie D. Finirà 3-0 ma la sensazione è che l’Aprilia fosse così terrorizzata da non scendere in campo per niente.

GIUGNO: Il mese di Giugno vede impegnate le squadre che hanno conquistato il diritto a disputare i playout, ovvero Sorrento, Tuttocuoio, Aversa Normanna ed appunto Arzanese. Li vincerà il Tuttocuoio, e le altre tre scenderanno in D con l’Aprilia.

LUGLIO: L’estate dell’Aprilia è stata tormentata, con molti dubbi su un’iscrizione al nuovo campionato, e con il rischio di non avere squadre di calcio in città. Il pericolo viene scongiurato a metà luglio, quando alla fine l’Aprilia si iscrive al campionato di Serie D. Il 28 Luglio parte il ritiro, con un nuovo allenatore, Mauro Fattori, proveniente dal settore giovanile. Squadra piena zeppa di diciottenni, con 4 elementi più esperti a fare da chioccia. L’obiettivo dichiarato è la salvezza, il mantenimento della categoria. Per una tifoseria che due anni prima sognava l’assalto alla vecchia Prima Divisione, è davvero dura da digerire, ma tanto si è seminato nell’ultimo anno, e tanto si merita di raccogliere.

AGOSTO: Mese di amichevoli, tra cui una di lusso con il Latina, in casa (2-0 per la formazione di Serie B). L’unico match ufficiale disputato è stato l’incontro di Coppa Italia di Serie D, perso in casa dell’Isola Liri per 2-1. I primi novanta minuti quindi hanno già dato un verdetto: Aprilia eliminata dalla Coppa, ed inizio non certo esaltante. Viene confermata inoltre la notizia che l’Aprilia dividerà il campo del “Quinto Ricci” con la Lupa Roma, squadra che ha guadagnato l’accesso alla Lega Pro unica vincendo il campionato di Serie D la scorsa stagione. In amichevole, la Lupa batte l’Aprilia per 3-0.

SETTEMBRE: Comincia il campionato di Serie D e l’Aprilia fa la sua buona figura in avvio: 2-0 all’Astrea e partenza a punteggio pieno. La prima trasferta porta un punto all’ultimo minuto: il 2-2 finale in casa del Terracina è un’ottima iniezione di fiducia per il gruppo di giovanissimi guidato da Fattori. Il 3-1 all’Anziolavinio conferma il buon momento e porta l’Aprilia in testa al campionato dopo 3 giornate. Tuttavia, ci sono squadre più attrezzate in questo girone, e l’Aprilia ne ottiene un assaggio alla quarta giornata. L’Ostia Mare non lascia scampo, 3-0 e vetta della classifica per i biancoviola.

OTTOBRE: Il pareggio per 0-0 contro la Cynthia apre il mese di Ottobre, poi arriva la prima vittoria in trasferta: 3-2 in casa del Palestrina. Ancora una trasferta, stavolta in Sardegna, ma stavolta non ci si muove dallo 0-0 in casa della Nuorese. Si torna in casa, con telecamere Rai al seguito, e l’Aprilia sfodera una bella prestazione contro l’Isola Liri, 2-0 il finale. Il mese si chiude con l’Aprilia in terza posizione, staccata dalla coppia Ostia Mare – Lupa Castelli Romani, che corre troppo per i pontini.

NOVEMBRE: Ancora una trasferta in Sardegna, stavolta ad Olbia, ma il risultato è positivo per i ragazzi di Fattori: 2-0 e terzo posto consolidato. Arriva anche il 3-1 al Fondi. Tutto sembra andare per il verso giusto, poi qualcosa si rompe: 2-5 in casa della Lupa Castelli Romani, un pareggio per 0-0 contro il San Cesareo, disputando una partita arroccatissima in difesa, poi ancora lo 0-2 in casa della Viterbese Castrense, ed Aprilia che scivola in quinta posizione, a -11 dalla vetta.

DICEMBRE: Le partite contro le squadre più forti sembrano finite, e proprio quando ci si aspetta una reazione arriva la partita più brutta della stagione. Al “Quinto Ricci” si presenta l’Arzachena. Finisce 4-0 per gli ospiti, e per l’Aprilia ci sono solo i fischi del pubblico. Il Selargius conferma il momentaccio dei ragazzi di Fattori, arriva un altro 5-2 in trasferta, e l’Aprilia scende in settima posizione, fuori dalla zona playoff. L’ultima dell’anno è contro il Budoni in casa. Sembra andare tutto ottimamente, tanto che al minuto 85 i pontini guidano sul 3-1, poi i soliti sbandamenti difensivi permettono al Budoni di crederci e di pareggiare una gara che sembrava vinta. Finisce 3-3, e l’Aprilia chiude l’anno solare a 16 punti dal primo posto, e a 3 punti dal quinto posto occupato da Arzachena e Sora.

Proprio in casa del Sora si aprirà il 2015, che speriamo sia migliore di questo anno nefasto. Auguri di Buon Anno a tutti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...