Aprilia – Palestrina: 1-1

Continua a muovere la classifica l’Aprilia di Fattori, ma forse stavolta non nel modo in cui avrebbe voluto. Al “Quinto Ricci” di Aprilia, la squadra pontina si fa fermare sull’1-1 da un Palestrina in un buono stato di forma. L’Aprilia può dispiacersi molto, soprattutto per le tante occasioni create ma non concretizzate nella prima frazione di gioco.

Nel primo tempo solo Aprilia in campo: i biancoazzurri hanno costantemente in mano il pallino del gioco, sembrano giocare sciolti e la sensazione è che oggi il (poco) pubblico presente possa divertirsi. Primo quarto d’ora di relativa tranquillità, in cui le squadre si prendono le misure a vicenda, poi l’Aprilia rompe gli indugi e comincia ad attaccare ripetutamente la porta difesa da Palombo. Le occasioni fioccano: al 20′ Pagliaroli, imbeccato da Roversi, calcia a lato dal centro dell’area di rigore. Passano poco più di 5 minuti ed è ancora Pagliaroli, stavolta servito da Giangrande, a sparare alto di poco. Il Palestrina non riesce a mettere la testa fuori dalla propria metà campo. Al 34′ è Cannariato, senza troppa precisione, a cercare la via del goal. Poi al 38′ è Fabiani ad andare vicino alla rete, servito da Pagliaroli, ma il suo tiro viene deviato da Palombo in corner. Cannariato prova a sorprenderlo poi direttamente da calcio d’angolo con una traiettoria arcuata, ma il portiere Palombo non si fa fregare. Proprio quando mancavano due minuti alla fine del primo tempo, Giangrande trova Roversi molto ben appostato; il cannoniere dell’Aprilia fa un bel movimento sul primo palo e segna da posizione ravvicinata, deviando il cross ricevuto dal compagno. Il primo tempo finisce con l’Aprilia avanti di un goal.

La ripresa vede due squadre diverse in campo, come se il vantaggio avesse impaurito l’Aprilia ed incoraggiato il Palestrina, piuttosto che il contrario. La ramanzina dell’allenatore ospite Cangiano deve essere servita: al 47′ prima occasione da rete per il Palestrina, con Ruggiero che chiama Caruso ad una parata, che però riesce a metà, visto che la palla non trattenuta finisce a Mucciarelli, ma Sossai è bravo a sventare in corner il cross del centrocampista ospite. Sugli sviluppi del corner l’azione termina con un parapiglia in area, e il pallone colpisce il palo, quindi Palestrina vicinissimo al pareggio. Poi la difesa dell’Aprilia fa il patatrac, con un retropassaggio sbagliato che lancia Bosi a tu per tu con Caruso: l’attaccante non fallisce l’appuntamento con il goal e il Palestrina pareggia, siamo al 55′. L’Aprilia non ci sta e al 57′ Pagliaroli prova una conclusione che però non trova lo specchio della porta. Al 67′ Ruggiero, da centrocampo su punizione, tenta in modo piuttosto presuntuoso di sorprendere Caruso, ma è davvero ordinaria amministrazione. Al partita diventa piuttosto spezzettata e un pochino sopra le righe: al minuto 88 Esposito viene espulso perché reo, a dire dell’arbitro, di aver colpito un giocatore del Palestrina a terra, per la precisione Pavic. Espulsione più che opinabile. Con l’Aprilia in 10 a questo punto si tratterebbe solo di difendere il pari, testimonianza ne è la sostituzione Roversi-Chiarucci al minuto 89 ed invece l’ultima occasione è proprio dell’Aprilia, con un tiro da fuori di Sossai, che però trova Palombo pronto. Finisce 1-1 tra Aprilia e Palestrina.

Con questo pareggio l’Aprilia si fa superare dal Fondi vittorioso sull’Astrea per 2-1 (in realtà solo raggiungere, considerato il punto di penalizzazione comminato in settimana) a quota 35, e vede avvicinarsi l’Arzachena in settima posizione. Davanti, forse in questa giornata è arrivato il colpo del KO nella sfida tra Lupa Castelli Romani e Viterbese Castrense: i gialloblu sono caduti in casa contro il Cynthia, per 1-0, e la Lupa ha invece vinto per 2-0 contro il Sora nell’anticipo di sabato; ora i punti di differenza sono 7, a 11 giornate dal termine, e con gli scontri diretti già giocati. San Cesareo sempre più terzo, e Ostia Mare che invece stenta (0-0 con la Nuorese). In coda, clamorosa debacle dell’Isola Liri, in casa per 1-0 contro un Anziolavinio zeppo di giovanissimi, mentre il Terracina affonda ad Olbia per 3-0. Domenica prossima ancora impegno casalingo per l’Aprilia, in campo proprio contro la Nuorese. Palestrina invece che ospiterà il Fondi.

TABELLINO

APRILIA: Caruso, Montella, Esposito, Cannariato, Crepaldi (65′ Rante), Sossai, Cioè, Fabiani (81′ Visone), Roversi (89′ Chiarucci), Pagliaroli, Giangrande. A disp. Casciotti, Trincia, Schiumarini, Marchetti, Mele, Tozzi. All. Fattori

PALESTRINA: Palombo, Capuano, Ruggiero, Lepore (57′ Tajani), Mucciarelli, Pralini, Della Penna, Ceccarelli S., Ceccarelli F., Bosi (83′ Neccia), Pavic. A disp. Refice, Massimi, Cangiano, Rossi, Proietti, Bezziccheri. All. Cangiano

ARBITRO: Severino di Campobasso

ASSISTENTI: Ruggieri di Pescara, Rotondale di L’Aquila.

MARCATORI: 43′ Roversi (APR), 55′ Bosi (PAL)

AMMONITI: Cioè (APR), Visone (APR), Cannariato (APR), Pralini (PAL), Mucciarelli (PAL), Pavic (PAL), Palombo (PAL).

ESPULSO: al minuto 88 Esposito per scorrettezze su Pavic

ANGOLI: Aprilia 4, Palestrina 4

RECUPERO: 1′ pt, 4′ st

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...