Arzachena – Aprilia: 2-0

Ancora una tornata a vuoto per l’Aprilia di Fattori. In casa dell’Arzachena l’Aprilia soccombe con un 2-0 che non rispecchia del tutto la differenza di valori in campo tra le due squadre, ma alla fine l’intera posta se la porta a casa la squadra sarda, e l’Aprilia resta a bocca asciutta, lasciando lo stadio “Biagio Pirina” ancora in bilico tra salvezza e possibile zona playout. Continua il periodo sfortunato per i biancoazzurri, che possono certo recriminare per la sfortuna e per le decisioni bizzarre della terna arbitrale, ma che piano piano stanno scivolando in una posizione che sta mettendo decisamente in ombra quanto di buono fatto nella prima parte di campionato.

La partita comincia subito male, dopo soli 6 minuti Dedola mette in mezzo un cross sul quale si avventa Branicki, il cui tiro forte e preciso batte Caruso. E’ 1-0 per l’Arzachena e i giocatori non hanno nemmeno incominciato a sudare. La rete del 2-0 arriva al 26′, figlia di una serie di batti e ribatti incredibile: Manzini batte un calcio di punizione che sbatte sulla barriera, la palla finisce sulla traversa e poi sulla schiena di Caruso, per finire dentro. Come a dire, la Dea della Fortuna ha baciato l’Arzachena, ha preso la palla e l’ha letteralmente messa dentro. I giocatori di Fattori provano a reagire, è sfortunato Roversi qualche minuto dopo la rete del 2-0 a non trovare la rete per pochi centimetri con un bel colpo di testa. Al 37′ l’Aprilia potrebbe accorciare con Visone, ma la palla viene salvata sulla linea di porta. Il primo tempo finisce così.

La ripresa è stata in sostanza un assedio da parte dell’Aprilia, che ha messo alle corde l’Arzachena senza soluzione di continuità. L’Aprilia troverebbe anche il goal con Marchetti, lesto a sfruttare un calcio d’angolo, ma l’arbitro inspiegabilmente annulla, a detta sua per fuorigioco proprio di Marchetti. Se non è un palo, è l’arbitro a fermare la rincorsa dei pontini. Nonostante la supremazia territoriale non ci sono molti altri spunti durante la gara, la squadra pontina non riesce a riaprirla e l’Arzachena, pur con qualche sofferenza, amministra il vantaggio e vince la partita per 2-0.

Fattori può essere soddisfatto per la reazione dei suoi, ma solo per quello. Pensare che questa squadra era terza in classifica dopo 10 giornate, e ora, a 3 giornate dalla fine, non si può ancora dire matematicamente salva, genera un misto di rabbia e frustrazione perché tutto l’entusiasmo che c’era all’inizio è sparito, lasciando campo a uno stato di preoccupazione misto a deconcentrazione, che finisce per mettere l’Aprilia sotto di 2 o 3 goal a fine primo tempo, e poco conta se poi nella ripresa c’è una reazione veemente, spesso non basta a raddrizzare la gara. 41 punti dopo 31 giornate sono pochi, soprattutto se si considera che dopo 10 giornate se ne avevano 21. Questo vuol dire che da quando l’Aprilia ha perso 5-2 in casa della Lupa Castelli Romani (undicesima giornata) ha raccolto solo 20 punti in 21 giornate. Meno di un punto a partita, è una chiara media da retrocessione. I numeri parlano chiaro, tuttavia l’Aprilia ha l’occasione per chiudere il discorso salvezza domenica contro il Selargius di Karel Zeman (91 reti subite in 31 partite, e 1-1 in casa contro l’Anziolavinio retrocesso). Domenica prossima potrebbe essere la giornata della promozione matematica in Lega Pro della Lupa Castelli Romani.

TABELLINO

ARZACHENA: Ruzittu, Dedola, Masala, Bonacquisti, Busatto, Rossi, Spano (79′ Milia), Manzini (83′ Delrio), Atzei, Branicki, Giordano (61′ Gueli). A disp. Raso, Schioppa, Guberti, Luciano, Spina, Fideli. All. Giorico.

APRILIA: Caruso, Maola, Toto, Rante, Cannariato, Sossai, Schiumarini (62′ Tozzi), Visone (66′ Fabiani), Roversi, Pagliaroli, Giangrande (46′ Marchetti). A disp. Casciotti, Bonanni, Trincia, Areni, Durastanti, Terrinoni. All. Fattori.

ARBITRO: Pragliola di Terni

ASSISTENTI: Frongia di Oristano, Puggioni di Sassari

MARCATORI: 6′ Branicki (ARZ), 26′ Manzini (ARZ)

AMMONITI: Busatto (ARZ), Milia (ARZ), Sossai (APR), Marchetti (APR), Maola (APR), Fabiani (APR)

ESPULSI: al minuto 88 Bonacquisti (ARZ) per gioco violento

ANGOLI: Arzachena 0, Aprilia 4

RECUPERO: 1′ pt, 4′ st

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...