Archivio mensile:luglio 2015

E’ cominciata la stagione 2015/16

Lunedì scorso la squadra dell’Aprilia si è radunata agli ordini dell’allenatore Mauro Fattori, confermato alla guida tecnica della formazione pontina dopo la salvezza ottenuta sul campo con la squadra più giovane di tutta la Serie D.

Fattori sarà coadiuvato dal nuovo preparatore atletico Arturo Zeppetella; per lui in realtà è un ritorno all’Aprilia, visto il suo passato nel settore giovanile. Zeppetella, prima di tornare al “Quinto Ricci”, ha anche avuto esperienze europee, nella Serie A Maltese, per la precisione nello Sliema Wanderers, squadra con cui ha potuto mettere nel curriculum anche una partecipazione ai preliminari di Europa League.
Dei portieri si occuperà invece Augusto Del Duca, che continua la sua esperienza ad Aprilia dopo essere entrato a campionato in corso nella scorsa stagione.

Riguardo al mercato, l’Aprilia saluta il suo bomber Cristiano Roversi, che è ufficialmente diventato un giocatore della Viterbese Castrense. I gialloblu puntano decisi alla Lega Pro, e per fare il salto hanno ben pensato di accaparrarsi una coppia da 40 goal a stagione come Roversi e Nohman, prelevato dalla Lupa Castelli Romani. Voci sempre più insistenti parlano anche dell’acquisizione di Pagliaroli, e questo sarebbe davvero eclatante: per salire in Lega Pro la Viterbese pensa a ricostruire l’attacco dell’Aprilia, e sarebbe un peccato perderli entrambi, ma finché l’obiettivo resta sempre e solo la salvezza è anche normale che i più determinanti vadano via in assenza di prospettive, lasciando all’Aprilia un attacco da ricostruire, e soprattutto l’arduo compito di trovare una coppia offensiva che funzioni come quella Roversi-Pagliaroli. La sensazione è che la Viterbese sarà di gran lunga la favorita per la stagione che verrà.

Anche Toto lascia il “Quinto Ricci” per accasarsi al San Cesareo. Al suo posto sulla fascia arriva Daniele Bosi, ex Palestrina, autore di 5 reti la scorsa stagione, una delle quali proprio in casa dell’Aprilia. Arriva per l’attacco anche Mastrosanti dall’Anziolavinio. Il classe ’94 deve colmare il vuoto lasciato da Roversi. Le 4 reti segnate la scorsa stagione, a confronto con le 19 di Roversi, impallidiscono però. L’augurio è che possa fare il salto di qualità con i colori dell’Aprilia.

In questi giorni l’Aprilia si allena in attesa che venga stilato un calendario di amichevoli, e in attesa che cominci la Coppa Italia di Serie D, nel mese di agosto.

Il mercato dell’Aprilia per la nuova stagione

Nel torrido mese di Luglio, la dirigenza dell’Aprilia è al lavoro insieme al mister Mauro Fattori per dare forma alla squadra biancoazzurra per la stagione 2015/16. I pontini, che hanno ottenuto una salvezza piuttosto agevole con la squadra più giovane di tutta la Serie D (e non è una cosa da poco) ripartono da un gruppo solido e soprattutto affiatato. A questo nucleo di giocatori la società ha intenzione di aggregare elementi che possano far fare alla squadra di Fattori un salto di qualità, e chissà, magari guardare in alto, in attesa che sia la stessa dirigenza a fissare gli obiettivi stagionali.

In attesa di risolvere la questione Roversi (attaccante cercato sicuramente dall’Albalonga, ma che alcune voci accostano addirittura al Cosenza), l’Aprilia si trova con un Pagliaroli confermato per la prossima stagione, mentre il giovane Tozzi è stato ceduto al San Cesareo. Negli ultimi giorni l’Aprilia ha preso un difensore classe ’95, Tomei, che lo scorso anno era all’Anziolavinio, e un centrocampista, Paruzza, del 1994, proveniente dal Terracina. Inoltre, affiancherà all’esperto portiere di categoria Caruso (confermato anche lui) il giovane Bortolameotti (classe ’98!!) che arriva dal settore giovanile della Roma.

Confermati i più esperti, Esposito, Cannariato e come detto sopra Caruso e Pagliaroli, restano ad Aprilia per la prossima stagione anche Cioé, Marchetti, Sossai, Maola, Giangrande, Schiumarini, Trincia, Crepaldi e Chiarucci.

L’Aprilia del 2015/16 sta prendendo corpo, non resta che attendere gli sviluppi di mercato ed il ritiro di fine luglio.