Archivio mensile:settembre 2015

Coppa Italia Serie D: turno preliminare

ApriliaTrastevere

E’ cominciata l’avventura dell’Aprilia di Fattori in Coppa Italia. Dopo le delusioni di campionato, arriva pronta l’occasione del riscatto contro il Trastevere, formazione romana che è stata inserita nel girone G del campionato di Serie D, e che finora ha raccolto 6 punti nelle 5 partite giocate.

Per fortuna, rispetto alla scorsa stagione, l’avventura non finisce dopo i 90 minuti, perché i ragazzi di Fattori si sono imposti con un netto 4-1, frutto delle reti nella prima frazione di gioco di Sossai e Pagliaroli, e nella ripresa di Bosi e Paruzza, prima della rete della bandiera, del tutto ininfluente, di Cascio.

Per l’Aprilia è la decima vittoria interna in Coppa Italia di categoria, e la rete di Bosi, per il momentaneo 3-0, è stata la numero 200 in casa in Serie D.

Il Primo Turno verrà disputato il prossimo 28 ottobre. Di seguito i risultati delle squadre laziali, tra le quali molto probabilmente ci sarà l’avversaria dell’Aprilia.

VOLUNTAS SPOLETO – VIRTUS FLAMINIA: 2-3
ASTREA – TORRES: 2-2 (6-5 dcr)
APRILIA – TRASTEVERE: 4-1
ALBALONGA – SERPENTARA: 0-0 (2-3 dcr)
ISOLA LIRI – ISERNIA: 0-0 (5-6 dcr)

Isola Liri – Aprilia: 1-0

Cade l’Aprilia anche in casa dell’Isola Liri, ed è già il quarto stop in cinque giornate di campionato; la situazione si fa sempre più complicata per la squadra di Fattori. Non importa quanto la squadra apriliana attacchi e metta sotto assedio la metà campo avversaria, la palla non entra e gli avversari di turno ne approfittano. Stavolta sempre di misura sono i ciociari ad imporsi. La cosa grave è che l’Aprilia è più che vulnerabile sempre dopo l’inizio della ripresa, è un vero mistero cosa accade negli spogliatoi. Fatto sta che ogni volta che l’Aprilia torna in campo per il secondo tempo appare frastornata e puntualmente subisce goal da tutti. Fattori deve correre ai ripari perché, indipendentemente da quel che dice, l’effetto è devastante.

Nel primo tempo la partita è piuttosto lenta, senza molte azioni di rilievo, e complessivamente sembra l’Aprilia la formazione più in palla tra le due. La prima azione pericolosa porta la firma di Esposito al minuto 13: il suo tiro da lontano chiama in causa il portiere locale Terbeschi, che si fa trovare pronto. I minuti scorrono e l’Aprilia sembra imbrigliare molto bene l’Isola Liri. Si arriva al 42′ quando, su cross dalla fascia di Tomei, Mastrosanti ci mette il piede destro e indirizza la palla all’angolo alla sinistra del portiere, che arriva sì sulla palla, ma quando questa sembra aver varcato la linea di porta per intero. L’arbitro non la pensa così, l’Aprilia protesta vivacemente perché riteneva che fosse una rete valida, ma si rimane sullo 0-0. Il primo tempo non regala altre emozioni.

Si esce dagli spogliatoi, e come al solito, l’Aprilia dorme. 30 secondi stavolta, solo 30 secondi per permettere a Raffaele Poziello di dirottare di testa un cross di Giglio sporcato da Caruso in uscita disperata (e per dover fare un’uscita disperata dopo 30 secondi ce ne vuole). La palla rotola lenta ma inesorabile verso il palo lontano, per il vantaggio biancorosso. Quindi l’Aprilia cerca di rimettere insieme i cocci e riparte all’attacco un pò come contro la Turris. Al 51′ Montella impegna Terbeschi con un colpo di testa; al 57′ Esposito su calcio di punizione batte il portiere avversario, ma non la traversa, che dice di no. La reazione veemente dei pontini si spegne minuto dopo minuto, senza produrre il tanto desiderato pareggio. Al 76′ anche Cataldi su calcio di punizione trova la traversa, pareggiando il conto per il numero dei legni colpiti. L’Aprilia rimane in zona d’attacco fino agli ultimi secondi di gara, ma l’Isola Liri difende in modo ordinato. Divertente e confusionario siparietto a fine gara: 4 minuti di recupero assegnati, l’arbitro alla fine del terzo fischia la fine, proteste generali di tutti. L’arbitro si ravvede dell’errore e “riapre” la partita per far giocare l’ultimo minuto rimasto. Al fischio finale ironia dei giocatori dell’Isola Liri che chiedono all’arbitro se stavolta fosse tutto vero o se ci voleva ripensare. Isola Liri batte Aprilia 1-0.

Inizio pessimo di stagione, nonostante la voglia messa in campo, le gravi amnesie difensive e la scarsa vena realizzativa relegano l’Aprilia in quindicesima posizione. Solo 3 i punti raccolti da inizio stagione, un bottino che deve categoricamente salire domenica, quando al “Quinto Ricci” arriverà il Gallipoli, fanalino di coda a 0 punti. Ma prima, parte la Coppa Italia di categoria, e l’Aprilia giocherà in casa contro la formazione romana del Trastevere. Fattori è chiamato ad invertire la rotta, perché la situazione si fa settimana dopo settimana sempre più pericolosa.

TABELLINO

ISOLA LIRI: Terbeshi, Berardi (64′ Reali), Lombardo, Lucchese, Manetta, Poziello C., Cataldi, Franzese, Giglio, Poziello R., De Carolis (53′ Carlini, 78′ Pize). A disp. Micheli, Costanzo, Castaldi, Cassese, Salemme, Spina. All. Grossi.

APRILIA: Caruso, Di Emma, Esposito, Marchetti (47′ Maola), Crepaldi, Sossai (64′ Bosi), Montella (80′ Paruzza), Pirazzi, Roversi, Mastrosanti, Tomei. A disp. Shahrokhi, Schiumarini, Cioè, Giangrande, Zeccolella, Pagliaroli. All. Fattori.

ARBITRO: Meocci di Siena.

MARCATORI: 46′ R. Poziello (ISO).

AMMONITI: Marchetti (APR); R. Poziello (ISO), Pize (ISO), Terbeschi (ISO).

ANGOLI: Isola Liri 0, Aprilia 4.

RECUPERO: 2′ pt, 4′ st.

Quinta giornata: i risultati

Mentre la città di Aprilia è impegnata nelle celebrazioni del Santo Patrono, San Michele Arcangelo (peraltro bagnatissime da scrosci che hanno fatto scappare tutti sotto il primo portico utile) l’Aprilia di Fattori “onorava” il campionato andando a prendere la quarta scoppola stagionale su 5 partite. I mattatori della settimana sono stati i ciociari dell’Isola Liri. Ancora una volta l’Aprilia crolla appena rientra dagli spogliatoi a fine intervallo. E’ un problema cronico, la squadra è come “morta” ad ogni inizio di secondo tempo. A portare i tre punti a casa ci pensa Raffaele Poziello al 1′ del secondo tempo, e per l’Aprilia ancora è tutto fermo a quota 3 punti. Di seguito i risultati della quinta giornata:

BISCEGLIE – MARCIANISE: 0-1
FONDI – FRANCAVILLA: 2-2
GALLIPOLI – POMIGLIANO: 0-1
ISOLA LIRI – APRILIA: 1-0
MANFREDONIA – SERPENTARA: 2-2
PICERNO – TARANTO: 0-3
TORRECUSO – NARDO’: 1-2
TURRIS – SAN SEVERO: 3-0
VIRTUS FRANCAVILLA – POTENZA: 0-1

Clicca qui per la classifica aggiornata

Quinta giornata: Isola Liri – Aprilia

IsolaLiriAprilia

Terza trasferta stagionale per l’Aprilia di Mauro Fattori, ancora in cerca del primo risultato non negativo lontano da casa. Per la prima volta si rimane nel Lazio, e si va a far visita ad una vecchia conoscenza: l’Isola Liri. La formazione ciociara, allenata da Alessandro Grossi, viene da una sconfitta per 2-1 in casa del Nardò, ma in classifica ha ben 9 punti, frutto di tre vittorie ottenute nei primi tre turni. I pontini invece in questo inizio stagione hanno stentato e non poco, ottenendo una vittoria alla seconda giornata contro il Picerno, e perdendo le altre tre partite. Ben 9 le reti subite in quattro giornate, 7 delle quali in trasferta. L’ultima partita giocata lontano dal “Quinto Ricci” è stata un’autentica disfatta, in casa di un Torrecuso che oltre a trovare la via del goal in 3 occasioni, ha colto ben 4 legni.

Tra Aprilia ed Isola Liri si contano 8 precedenti finora, 5 dei quali al “Nazareth”. I locali si sono imposti 3 volte davanti al loro pubblico, mentre l’Aprilia soltanto in un’occasione è riuscita a portare l’intera posta a casa; era il 24 agosto del 2011 e i ragazzi di Vivarini si imposero per 5-1 in un incontro valido per la Coppa Italia di Lega Pro. L’ultimo precedente in Ciociaria si è giocato a marzo e ha visto l’Isola Liri vincere per 2-0, restituendo all’Aprilia il “torto subito” nel girone di andata, quando davanti alle telecamere della Rai l’Aprilia si impose con lo stesso risultato.

Clicca qui per consultare i precedenti tra Aprilia ed Isola Liri

Il fischio d’inizio sarà alle 15.

Nella giornata di giovedì è stato diramato il tabellone della Coppa Italia di Serie D. L’Aprilia sarà impegnata il 30 settembre in una sfida con la formazione romana del Trastevere, e l’incontro si giocherà al “Quinto Ricci”.

Aprilia – Turris: 0-1

Terza sconfitta in quattro gare per l’Aprilia di Fattori, la prima tra le mura amiche del “Quinto Ricci”. Ad espugnare lo stadio pontino ci pensa la Turris di Di Maio, in una partita concitata che ha visto i biancoazzurri andare sotto e cercare di reagire con tutte le forze a disposizione, ma senza riuscire a scardinare il fortino organizzato dalla difesa ospite. Sarebbe ingiusto dire che l’Aprilia ha meritato di perdere; tuttavia è preoccupante la piega che ha preso questo inizio di stagione, ed urge correre ai ripari in modo da portarsi in posizioni di classifica più tranquille di quelle occupate adesso.

La partita comincia subito con l’Aprilia in attacco, e al 3′ Esposito di testa per pochissimo non trova la rete, mandando di un soffio a lato. I minuti passano e l’Aprilia mantiene il controllo dell’incontro. Gara spezzettata da una serie infinita di falletti e scorrettezze al limite del giallo, ma l’arbitro molto spesso lascia correre. Al minuto 34 l’azione più importante del primo tempo: Maola prova ad uccellare il portiere avversario con un pallonetto di testa, ma la palla colpisce la traversa. Non sarebbe finita qui perché è proprio Maola a raggiungere per primo la palla, ma manda incredibilmente alto. Poco prima c’era stata una azione di Manzi della Turris, che ha però visto il portiere Caruso pronto ad un intervento dei suoi. Il primo tempo si conclude sullo 0-0.

Nella ripresa il motivo tattico è sempre quello, con l’Aprilia più propositiva e la Turris che cerca di coprire tutti gli spazi. Al 54′ Paruzza su punizione prova ad impensierire la retroguardia napoletana ma senza riuscirci. Passano 2 minuti e sugli sviluppi di un corner battuto da Manzo, la palla sfila in mezzo ad una selva di gambe per raggiungere Imparato, che non deve far altro che insaccare. Proteste nell’occasione per l’Aprilia, che lamentava una posizione di offside del giocatore ospite, ma per l’arbitro l’azione è regolare e quindi la Turris si porta in vantaggio. Fattori cerca di correre ai ripari schierando un 4-2-4 più che offensivo, inserendo Tomei e Pagliaroli a supporto dei già presenti Roversi e Bosi. Proprio dai piedi di Bosi al 78′ l’azione più pericolosa, con Roversi che manca di un nulla la ribattuta in rete. La Turris è completamente schiacciata nella propria tre quarti, e non riesce a mettere il naso fuori anche volendo, tanta è la spinta dei ragazzi di Fattori, ma la manovra è frenetica e disordinata, e quindi i napoletani di Di Maio riescono a difendere il risultato e a portare a casa i tre punti.

Solo 3 punti in quattro giornate, il magrissimo bottino dell’Aprilia. In tutte le partite giocate, la retroguardia pontina ha subito sempre almeno una rete. Finora ben 9 le reti subite in quattro partite, contro le 5 segnate, due delle quali su rigore. Il parco attaccanti, oltre a Roversi e Pagliaroli, più che prolifici nella scorsa stagione, comprende ora anche Bosi, e Tomei è cresciuto di un anno, quindi il potenziale c’è tutto, ma rispetto alla scorsa stagione, sembra che il fatto che la squadra già si conosca non influisca affatto, anzi serve agli altri a prendere contromisure adeguate. Quello che doveva essere il punto di forza si sta rivelando per ora un bel limite da aggirare, a partire da domenica, quando l’avversario sarà l’Isola Liri del mai tanto amato Grossi. Intanto il campionato ha trovato la sua forza principale, ed è il Francavilla. Gli abruzzesi sono a quota 12 punti su 12, con ben 17 reti segnate e 3 subite. Se vanno avanti di questo passo, sarà davvero difficile per tutti pensare al primo posto quest’anno.

TABELLINO

APRILIA: Caruso, Di Emma, Sossai (73′ Tomei), Esposito, Cioè, Maola (86′ Pirazzi), Crepaldi, Paruzza, Zeccolella (73′ Pagliaroli);, Roversi, Bosi. A disp. Bortolameotti, Montella, Trincia, Marchetti, Giangrande, Mastrosanti. All. Fattori.

TORRECUSO: D’Amico, Gallo, Manzi, Imparato, Salvatore, Pistone (83′ Cerqua), Manzo, Somma, Johnson, Sene Pape (45′ Ferraro), Falco (67′ Pappadia). A disp. De Sio, Cigliano, Frulio, Mazzei, Cirillo, Gisonni. All. Di Maio.

ARBITRO: Gentile di Seregno.

MARCATORI: 56′ Imparato (TUR).

AMMONITI: Manzi (TUR), Gallo (TUR), Ferraro (TUR), Esposito (APR), Pappadia (TUR).

ANGOLI: Aprilia 11, Turris 3.

RECUPERO: 1′ pt, 4′ st.

Quarta giornata: i risultati

Nemmeno al “Quinto Ricci” l’Aprilia gira, e così arriva la terza sconfitta in quattro giornate, stavolta per mano della Turris. Non si può dire che l’Aprilia abbia giocato male, ha colto una traversa nel primo tempo con Maola, è andata vicino al goal in più occasioni e dopo aver subito la rete del vantaggio campano al 57′, ha schierato un 4-2-4 iperoffensivo ma confusionario. Di fatto l’Aprilia paga ogni disattenzione, e la classifica è già preoccupante. Di seguito i risultati della quarta giornata:

APRILIA – TURRIS: 0-1
FRANCAVILLA – MANFREDONIA: 5-1
MARCIANISE – PICERNO: 2-0
NARDO’ – ISOLA LIRI: 2-1
POMIGLIANO – FONDI: 2-2
POTENZA – TORRECUSO: 1-5
SAN SEVERO – GALLIPOLI: 3-0
SERPENTARA – BISCEGLIE: 1-2
TARANTO – VIRTUS FRANCAVILLA: 1-1

Clicca qui per la classifica aggiornata

Quarta giornata: Aprilia – Turris

apriliaturris

Neanche il tempo di leccarsi le ferite per la sconfitta pesante di Torrecuso che l’Aprilia è subito chiamata a riprendersi davanti al proprio pubblico. Domenica, al “Quinto Ricci”, arriverà la Turris, fresca di “riposo forzato” per il rinvio del turno infrasettimanale in casa del Gallipoli, seguito ai pesanti atti vandalici che hanno reso impraticabile il terreno di gioco dello stadio dei pugliesi. Dai ragazzi di Fattori è attesa una risposta degna di tale nome, perché le prestazioni fuori casa lasciano molto a desiderare, sia dal punto di vista della convinzione che della cattiveria agonistica. In casa invece le cose sembrano girare meglio, per cui tutti auspicano che i pontini possano continuare il loro cammino positivo tra le mura amiche.

Nelle due partite giocate dalla Turris, i campani hanno realizzato 3 punti, frutto di una vittoria ed una sconfitta, segnando 4 reti e subendone altrettante. La vittoria l’hanno ottenuta in casa contro quel Torrecuso che ha strapazzato l’Aprilia, e la sconfitta è arrivata all’esordio, in casa di un Isola Liri scatenato a quota 9 e prossimo avversario dell’Aprilia nella quinta giornata.

Non sarà la prima sfida tra Aprilia e Turris in Serie D. Le due formazioni si sono già incontrate, era il lontano 2002 e i pontini non riuscirono ad andare oltre il 2-2. All’epoca l’Aprilia era quinto in classifica e la Turris era penultima, in un girone comandato niente meno che dal Latina, ma poi vinto dal Gladiator. L’Aprilia chiuse ottava e la Turris scese in Eccellenza come ultima classificata.

Clicca qui per consultare i precedenti tra Aprilia e Turris

Il fischio d’inizio sarà alle ore 15.