Archivio mensile:marzo 2015

Aprilia – Lupa Castelli Romani: 1-1

Contro ogni pronostico, l’Aprilia strappa un punto in una delle gare più difficili della stagione. La Lupa Castelli Romani non passa al “Quinto Ricci”, e non basta il goal dell’ex Siclari a regalare i tre punti alla corazzata che comanda la classifica del girone G di Serie D. A togliere le castagne dal fuoco ci pensa una magistrale punizione di Esposito, che gela gli ospiti e che li costringe alla parità, e che regala all’Aprilia un pizzico di serenità per la prestazione compatta, nonostante ormai in classifica si sia sprofondati ad un nono posto a pari merito con l’Arzachena.

La Lupa Castelli Romani fa la sua partita già dai primi minuti di gioco, schiacciando i padroni di casa nella propria metà campo. I ragazzi di Galluzzo vanno vicini al vantaggio dopo 5 minuti, ma è bravo Caruso a dire di no al calcio di punizione di Barone. Al 13′ ancora Lupa vicina al goal, ma Caruso respinge su Colantoni. Al 20′ Siclari non è preciso nell’inquadrare la porta e la sua conclusione non impensierisce il portiere pontino. Aprilia che non si scompone e che anzi cerca il colpaccio al 28′ con un bel colpo di testa di Roversi, sul quale il portiere ospite Tassi deve fare gli straordinari. Al 33′ Rante va vicinissimo al vantaggio per l’Aprilia, ma è attento Tassi a deviare in angolo. Poi il ritmo cala e le due squadre sembrano accontentarsi del pareggio, almeno per questa prima frazione, se non fosse per un cross di Colantoni sul palo lontano che trova Siclari ben appostato. L’ex calciatore dell’Aprilia “trafigge il suo passato”, per la terza volta in questa stagione, e porta in vantaggio la Lupa Castelli Romani, proprio quando scocca il 45′.

La ripresa comincia con l’Aprilia alla ricerca del pari con un pochino di veemenza, e al 53′ ci va vicino con Pagliaroli che costringe Tassi ad una deviazione di piede; la Lupa conquista palla e scende con un’azione fulminante, ma Caruso con un’uscita tempestiva salva il risultato. Poi doppia occasione per l’Aprilia attorno al 62′: prima Roversi si intrufola in area sfruttando una leggerezza difensiva ed impegna Tassi, che devia in angolo, sugli sviluppi del quale ancora il portiere ospite (grandissima gara la sua) sventa su Esposito. Ma l’appuntamento con il goal per il difensore dell’Aprilia è solo rimandato: al 65′, direttamente su calcio di punizione, Esposito trova il sette alla destra del portiere ospite, facendo esplodere di gioia la tribuna del “Quinto Ricci”. E’ 1-1 tra l’Aprilia e la schiacciasassi Lupa Castelli Romani. Gli ospiti non ci stanno e fanno entrare il bomber Nohman. E’ proprio lui al 75′ a cercare la rete con una bordata da fuori area, ma il tiro non ha fortuna. Quello di Nohman, nonostante manchino 20 minuti scarsi compreso recupero, è l’ultimo tiro degno di nota, la partita si incanala sui binari del pareggio.

La partita ha detto che sì, c’è molta differenza tra Lupa Castelli Romani ed Aprilia, ma ha detto anche che con attenzione e sacrificio questa differenza si può quasi del tutto colmare. La tanto temuta Lupa si è dovuta “accontentare” dell’1-1, e concede due punti alla rimonta della Viterbese Castrense, che si è imposta per 6-0 in casa dell’Anziolavinio. Per l’Aprilia è una giornata positiva visto l’avversario, ma negativa per la classifica, visto che Budoni e Nuorese mettono la freccia e sorpassano i pontini. Ora è nono posto a pari merito con l’Arzachena, a soli 8 punti dalla prima che sarebbe coinvolta nella zona playout, l’Astrea (32 punti). Giovedì si torna in campo per il turno “pre-pasquale”, in casa del San Cesareo, che è stato sconfitto dall’Isola Liri in trasferta. La Lupa Castelli Romani proverà a riprendere la marcia trionfale ospitando il Palestrina, che ha pareggiato 0-0 contro l’Arzachena in questo turno.

TABELLINO

APRILIA: Caruso, Schiumarini (78′ Chiarucci), Esposito, Montella, Crepaldi, Sossai, Marchetti (53′ Molinari), Fabiani, Roversi, Pagliaroli (91′ Visone), Rante. A disp. Casciotti, Cioè, Toto, Giangrande, Mele, Tozzi. All. Fattori

LUPA CASTELLI ROMANI: Tassi, Di Nezza (58′ Mazzei), Colantoni, Icardi, Petta, De Gol, Boldrini (69′ Nohman), Barone, Kosovan, Chiesa (83′ Mancini F.), Siclari. A disp. Serpietri, Gordini, Fantini, Baylon, Copponi, La Cava. All. Galluzzo

ARBITRO: Cudini di Fermo

ASSISTENTI: Pappalardo di Parma, Capasso di Piacenza

MARCATORI: 45′ Siclari (LUP), 65′ Esposito (APR)

AMMONITI: Marchetti (APR), Icardi (LUP), Mazzei (LUP), Petta (LUP)

ANGOLI: Aprilia 3, Lupa Castelli Romani 10

RECUPERO: 0′ pt, 3′ st

Annunci

Ventottesima giornata: i risultati

Resiste l’Aprilia sul proprio campo nel big match contro la Lupa Castelli Romani. In vantaggio gli ospiti con un goal di Siclari, ex della gara, nei minuti finali del primo tempo. Il pareggio arriva a metà della ripresa con una spettacolare punizione di Esposito. Approfitta di questo mezzo passo falso la Viterbese Castrense, che ne rifila 6 all’Anziolavinio. Ostia Mare sul velluto contro il Selargius, approfitta del tonfo del San Cesareo in casa dell’Isola Liri. Di seguito i risultati della ventottesima giornata:

ANZIOLAVINIO – VITERBESE CASTRENSE: 0-6
APRILIA – LUPA CASTELLI ROMANI: 1-1
ASTREA – SORA: 1-1
CYNTHIA – FONDI: 0-0
ISOLA LIRI – SAN CESAREO: 1-0
NUORESE – OLBIA: 1-0 (giocata sabato)
OSTIA MARE – SELARGIUS: 4-1
PALESTRINA – ARZACHENA: 0-0
TERRACINA – BUDONI: 2-5

Clicca qui per la classifica aggiornata

Ventottesima giornata: Aprilia – Lupa Castelli Romani

ApriliaLupaCastelliRomani

Domenica più che proibitiva quella che attende l’Aprilia di Mauro Fattori. Al “Quinto Ricci” arriva la corazzata Lupa Castelli Romani, per l’undicesima giornata del girone di ritorno. La Lupa sta dominando questo girone senza sforzi apparenti, e approfitta puntualmente di ogni passo falso delle avversarie, tanto da vantare un distacco in doppia cifra rispetto alla prima squadra che la insegue, la Viterbese Castrense. Per trovare un passo falso della Lupa bisogna andare indietro all’unica sconfitta in campionato, alla sedicesima giornata, 1-0 sul campo del San Cesareo. Attualmente la Lupa è in serie di vittorie da 5 partite consecutive, e l’ultima squadra a fermare la sua corsa è stata il Budoni, con un pareggio per 1-1.

L’Aprilia sta passando un momentaccio, dopo tre sconfitte consecutive, le partite contro Lupa, San Cesareo e Viterbese possono davvero allungare la striscia negativa in maniera pesante, se la squadra non trova una quadratura. Dopo una prima parte di girone di ritorno con una difesa di ferro, i pontini hanno cominciato a perdere i pezzi, soprattutto per problemi di carattere disciplinare, e nelle ultime partite hanno preso moltissimi goal, ben 11 le reti subite nelle tre partite precedenti. L’attacco ha prodotto cinque reti, più svariati pali e traverse, a conferma del fatto che è un periodo non fortunato. La partita di domenica pone un ostacolo forse troppo grande per i ragazzi di Fattori, ma siccome quest’anno un po’ tutti hanno perso anche malamente contro la Lupa, non c’è davvero niente da perdere nel provare a fare una partita coraggiosa.

Tra Apriila e Lupa Castelli Romani non ci sono precedenti, se non quello dell’andata, nel quale la Lupa si impose facilmente per 5-2, con doppietta di Siclari.

Clicca qui per consultare i precedenti tra Aprilia e Lupa Castelli Romani

Lupa Castelli Romani – Aprilia: 5-2

La partita si disputerà alle 15, visto che domenica le lancette degli orologi si sposteranno un’ora in avanti.

Fondi – Aprilia: 5-3

Ce la mette tutta l’Aprilia di Fattori, decimata dalle assenze in difesa (e si vede). Non basta però nemmeno la buona volontà contro un Fondi che ci mette poco più di mezz’ora per liquidare la pratica Aprilia e per volare al quarto posto, approfittando della caduta (prevedibile) dell’Ostia Mare, che ha perso 2-1 sabato contro la Lupa Castelli Romani, dopo essere stato in vantaggio fino a poco meno di un quarto d’ora dal termine. Fondi superiore un po’ in tutti i reparti, grazie ad un attacco in giornata di grazia, e ad un centrocampo solido, l’Aprilia viene bloccata agevolmente.

La partita inizia e già si capisce che sarà una giornata molto difficile, il Fondi parte subito pigiando sull’acceleratore. Dopo appena 10 minuti, un cross dal fondo di Angelilli trova Evacuo al centro dell’area di rigore pronto a ribadire in rete, è il goal dell’1-0. L’Aprilia tenta la reazione immediata, ma il colpo di testa di Tozzi su perfetto cross di Toto si stampa sulla traversa. Il Fondi ha maggiore mira: al 19′ punizione per i padroni di casa, e D’Agostino in battuta trova la testa di Rinaldi che insacca sotto l’incrocio. E’ 2-0 in meno di 20 minuti. La sfuriata del Fondi continua: al 25′ D’Agostino non trova la rete per poco con un bel tiro da fuori. Al 36′ goal fotocopia del raddoppio, il terminale offensivo stavolta non è Rinaldi ma Evacuo, che realizza la sua doppietta personale. In questo monologo del Fondi prova a “rovinare la festa” Pagliaroli, al minuto 38, battendo il portiere locale Di Loreti con un bel tiro da fuori area. Il Fondi ribadisce che i tre punti sono i suoi, al minuto 44, quando Angelilli sbroglia una situazione di mischia segnando il goal del 4-1, che pone fine di fatto al primo tempo.

La ripresa vede l’Aprilia tentare di riaprire la gara e il Fondi cercare di controllare la gara senza affanni. Fondi fortunato perché Tozzi al 50′ coglie il secondo palo di giornata, quando si dice questione di centimetri… Al minuto 60 è Pagliaroli, imbeccato ottimamente da Maola, a presentarsi davanti al portiere locale, ma Di Loreti smanaccia in angolo. Al 76′, dopo due pali, Tozzi trova finalmente la rete, la sua prima volta per i colori apriliani, sfruttando la ribattuta del portiere del Fondi sul tiro di Roversi. L’Aprilia prova a spingere ancora, con generosità, ma talvolta lascia aperti spazi nei quali gli attaccanti dei padroni di casa si infilano. Al minuto 87 D’Agostino la potrebbe chiudere ma non è preciso. Al 91′ Visone regala un’ulteriore speranza ai suoi, siglando la rete del 4-3 con un bolide dalla distanza. I pontini di Fattori a questo punto si riversano in attacco alla ricerca disperata del 4-4, ma come spesso accade in questi casi, un contropiede di D’Agostino sfrutta il fatto che tutta la difesa dell’Aprilia era in attacco, e chiude la gara con il goal del 5-3.

Terza sconfitta consecutiva per l’Aprilia, in un trittico di partite che nel girone di andata aveva portato 9 punti nel carniere dei biancoazzurri, e nel girone di ritorno invece 0. L’Aprilia si ferma quindi ancora una volta, e viene staccata dal Fondi, superata dall’Olbia e raggiunta dall’Arzachena, in ottava posizione a pari merito.
E ora arrivano le partite dure, viene da dire meno male che si hanno 39 punti in classifica, serve un mezzo miracolo visto il calendario per arrivare a 50. Nelle prossime tre gare l’Aprilia se la vedrà rispettivamente con Lupa Castelli Romani, San Cesareo (in trasferta) e Viterbese Castrense. Viste le ultime tre gare, e i risultati ottenuti, in bocca al lupo!

TABELLINO

FONDI: Di Loreti, Ciaramelletti, Bocchino (70′ Cirilli), Maisto, Barbato, Rinaldi, Carbone, Evangelisti (63′ Nappo), Evacuo, D’Agostino, Angelilli (88′ Alfonsi). A disp. Ludovici, Bertoldi, Adessi, Giordano, Cardillo, Piras. All. Pochesci

APRILIA: Caruso, Maola, Toto, Marchetti (56′ Schiumarini), Crepladi, Chiarucci, Cioè (56′ Visone), Tozzi, Roversi, Pagliaroli, Trincia (70′ Fabiani). A disp. Casciotti, Bonanni, Giangrande, Rante, Mele, Molinari. All. Fattori

ARBITRO: Garoffolo di Vibo Valentia

MARCATORI: 10′ Evacuo (FON), 19′ Rinaldi (FON) 36′ Evacuo (FON), 38′ Pagliaroli (APR); 44′ Angelilli (FON), 76′ Tozzi (APR), 91′ Visone (APR); 94′ D’Agostino (FON)

AMMONITI: Evangelisti (FON), Barbato (FON), Nappo (FON), Carbone(FON), Cirilli(FON), Trincia (APR), Caruso (APR).

ANGOLI: Fondi 6, Aprilia 3

RECUPERO: 0′ pt, 4′ st

Ventisettesima giornata: i risultati

Terza sconfitta consecutiva per l’Aprilia di Fattori, che cede per 5-3 in casa del Fondi. A dispetto del risultato, la partita non è mai sfuggita di mano al Fondi se non nei minuti finali. Al 36′ i padroni di casa conducevano 3-0, con doppietta di Evacuo e goal di Rinaldi. Pagliaroli accorcia al 38′, ma Angelilli chiude la prima frazione sul 4-1. Nella ripresa rete di Tozzi AL 76′ per il 4-2, poi Visone al 91′ regala attimi di speranza all’Aprilia, resi vani dala rete finale di D’Agostino, che fissa sul 5-3. Di seguito i risultati della ventisettesima giornata:

ARZACHENA – ASTREA: 1-1
FONDI – APRILIA: 5-3
LUPA CASTELLI ROMANI – OSTIA MARE: 2-1 (giocata ieri)
NUORESE – ISOLA LIRI: 2-2
OLBIA – PALESTRINA: 2-1
SAN CESAREO – ANZIOLAVINIO: 3-1
SELARGIUS – BUDONI: 1-4
SORA – CYNTHIA: 3-3
VITERBESE CASTRENSE – TERRACINA: 3-0

Clicca qui per la classifica aggiornata

Ventisettesima giornata: Fondi – Aprilia

FondiAprilia

Partita molto difficile per l’Aprilia, sul campo di una squadra lanciatissima in questa seconda parte di campionato. Il Fondi, prossimo avversario dei biancoazzurri, è un aversario ostico, che proprio domenica ha agguantato la quinta posizione a quota 40, considerato il punto di penalizzazione prima tolto e poi restituito ai rossoblu. I ragazzi di Pochesci hanno raccolto ben 22 punti nelle 9 giornate del girone di ritorno, superando i 18 punti fatti nel girone di andata. L’Aprilia invece nel girone di ritorno ha raccolto 15 punti, e viene da due sconfitte consecutive, contro Isola Liri ed Olbia. Proprio contro l’Isola Liri il Fondi ha fatto un mezzo miracolo domenica, rimontando i padroni di casa e pareggiando una partita in 9 contro 11.

Il Fondi in casa ha vinto 6 volte quest’anno, pareggiato 3 partite e perse altre 3, ma tutte nelle giornate iniziali di campionato, quando ancora la squadra non aveva trovato quella continuità che è diventata il suo punto forte. La serie che sta portando avanti adesso è di 4 vittorie consecutive: bisogna tornare indietro fino alla sedicesima giornata, per trovare il 2-2 contro la Viterbese Castrense. Solo in 3 occasioni la difesa del Fondi non ha concesso reti in casa, e questo è un fattore che l’Aprilia deve provare a sfruttare.

Sarà difficile per i ragazzi di Fattori, perché oltre al valore della squadra avversaria si aggiungono le assenze di Cannariato, che ha ancora 2 giornate di squalifica da scontare per il pugno ad Isola del Liri, e degli appena squalificati Esposito, Montella e Sossai. Questo si traduce in un’emergenza in difesa senza precedenti per Fattori, che dovrà trovare una soluzione immediata, in attesa che ritornino a disposizione i giocatori espulsi.

La partita di domenica sarà la dodicesima sfida tra Fondi ed Aprilia. Le due formazioni si sono incontrate in tutti i livelli di competizione: in Lega Pro 6 precedenti tra Campionato e Coppa, in Serie D 4 precedenti, sempre tra Campionato e Coppa. Si conta anche un precedente in Coppa Italia di Eccellenza. L’ultima sfida giocata al “Purificato” di Fondi risale ad Ottobre 2012, quando l’Aprilia di Vivarini si impose per 2-1. Aprilia e Fondi hanno condiviso lo stadio nella prima parte della stagione 2011/12, mentre erano in corso i lavori per la tribuna ospiti del “Quinto Ricci”, inaugurata il 4 marzo del 2012, nella partita vinta contro l’Aversa Normanna per 1-0. In Serie D, l’ultimo precedente a Fondi fu a favore dei padroni di casa, che batterono per 2-0 le Rondinelle Latina (era la stagione 2009/10).

Clicca qui per consultare i precedenti tra Aprilia e Fondi

La gara di andata si risolse con un bel 3-1 in rimonta per l’Aprilia, con reti di Esposito su rigore, Pagliaroli e Fabiani, in risposta al vantaggio ospite di Vaccaro.

Aprilia – Fondi: 3-1

La partita si giocherà domenica alle 14:30.

Aprilia – Olbia: 3-4

Battuta d’arresto interna per l’Aprilia di Fattori che cede, non senza lottare, ad un Olbia concreto e con una buona vena offensiva. Tra due squadre che non hanno mai rinunciato a cercare la giocata d’attacco finisce con un pirotecnico 4-3 per gli ospiti. Ora per l’Aprilia la strada si fa in salita perché arrivano le partite dure, a partire da Fondi domenica prossima.

In uno stadio semivuoto, vuoi per il sabato, vuoi per le prestazioni deludenti delle ultime partite interne, la partita sale subito di tono già dalle prime battute, con l’Olbia che perviene al vantaggio al 10′ con una rete di Mbaye-Khalifa, per brevità chiamato Khali, che concretizza un cross di Mastinu. L’arbitro tuttavia annulla per posizione di fuorigioco. Il pericolo scampato non scuote l’Aprilia, che giusto una manciata di minuti dopo è costretta a raccogliere davvero la palla in fondo al sacco: siamo al 13′ quando Falasca, direttamente su punizione, sorprende il portiere Casciotti per il vantaggio sardo. L’Aprilia non ci sta e trova il goal del pari al 16′: Toto pennella un cross preciso per Roversi che non si fa pregare e segna per la sedicesima volta in questa stagione. Casciotti chiamato in causa da Mastinu al 21′, con un bel tiro da fuori area, ma il portiere apriliano si fa trovare pronto e devia in corner. Sugli sviluppi del calcio d’angolo però Miceli riporta in vantaggio l’Olbia. Cerca la reazione immediata l’Aprilia con Visone al 24′, ma il suo tiro fa la barba al palo. La rete del 3-1 per gli ospiti è un regalo dell’Aprilia: su calcio d’angolo per i padroni di casa, la palla viene gestita malissimo e Khali parte in contropiede, da solo per metà campo contro il portiere pontino. Un gioco da ragazzi sbarazzarsene e siglare il 3-1 che sembra indirizzare definitivamente la gara. Nell’occasione viene espulso mister Biagioni dalla panchina, probabilmente per un’esultanza sopra le righe. Il primo tempo non regala altre emozioni.

La ripresa comincia con l’Aprilia alla ricerca del goal che potrebbe riaprire la gara. Siamo al minuto 49′ quando Pagliaroli viene steso in area da Miceli. Per l’arbitro ci sono le condizioni per fischiare un calcio di rigore. Si presenta sul dischetto Esposito, e l’Aprilia trova così la rete del 2-3. I pontini provano ad attaccare ma non riescono ad impensierire più di tanto la difesa dell’Olbia. I minuti passano e con il passare dei minuti la qualità della manovra dei ragazzi di Fattori degrada progressivamente. Si arriva al minuto 83 e Montella in area atterra Molino. Per l’arbitro è penalty e ammonizione per Montella. Il difensore apriliano era già ammonito e quindi l’Aprilia resta in 10. Sul dischetto si presenta lo stesso Molino, e nemmeno lui sbaglia. E’ 4-2 per l’Olbia, e con l’uomo in più sembra finita. Passano solo 2 minuti e l’Aprilia, riversata in attacco alla disperata trova una punizione da oltre 30 metri. Si incarica della battuta Esposito, e il suo tiro è un bolide che non lascia scampo al portiere ospite: è 3-4 e mancano ancora 3 minuti più recupero. Al minuto 88 però anche Esposito raggiunge Montella sotto la doccia anzitempo per doppia ammonizione. In 9 contro 11, solo la disperazione tiene in campo l’Aprilia, che ci prova al 92′ con un debole colpo di testa di Tozzi. Finisce così, 4-3 per l’Olbia.

Arriva la seconda sconfitta consecutiva per l’Aprilia, risucchiata nel gruppo di squadre che va dal quinto all’undicesimo posto. A quota 39 ora fanno compagnia all’Aprilia proprio l’Olbia, e il Fondi, prossimo avversario dei biancoazzurri, che ha pareggiato nel derby con l’Isola Liri. La prossima gara interna vedrà l’Aprilia ospitare il carro armato Lupa Castelli Romani, vittorioso per 3-0 sul campo dell’Anziolavinio, e ormai a +11 sulla Viterbese Castrense, fermata sull’1-1 dall’Astrea. Pareggiano sia San Cesareo che Ostia Mare, quindi terzo e quarto posto si allontanano solo di un punto.

TABELLINO

APRILIA: Casciotti, Montella, Sossai, Esposito, Maola (87′ Molinari), Visone (60′ Schiumarini), Crepaldi, Fabiani (75′ Tozzi), Toto, Roversi, Pagliaroli. A disp. Caruso, Chiarucci, Trincia, Marchetti, Giangrande, Mele. All. Fattori

OLBIA: Deiana, Doddo, Peana, Miceli, De Cicco, Steri, Falasca, Mastinu (75′ Malesa), Moro (85′ Mbella), Molino, Mbaye-Khalifa. A disp. Saraò, Ravot, Castellas, Mbaye-Mamadou, Taras, Negrean, Varrucciu. All. Biagioni.

ARBITRO: Miele di Nola

ASSISTENTI: Montagnani di Salerno, Caso di Nocera Inferiore

MARCATORI: 13′ Falasca (OLB), 16′ Roversi (APR), 22′ Miceli (OLB), 37′ Mbaye-Khalifa (OLB), 49′ Esposito (rig) (APR), 85′ Molino (rig) (OLB), 87′ Esposito (APR)

AMMONITI: Montella (APR), Esposito (APR), Sossai (APR), Falasca (OLB), Miceli (OLB), Moro (OLB)

ESPULSI: Montella (APR) al minuto 83 ed Esposito (APR) al minuto 88 per doppia ammonizione

ANGOLI: Aprilia 4, Olbia 3

RECUPERO: 2′ pt, 4′ st