Archivio mensile:gennaio 2015

Anziolavinio – Aprilia: 0-1

Prosegue a spron battuto la marcia dell’Aprilia nel girone di ritorno, anche se c’è voluta parecchia fatica per avere la meglio sull’Anziolavinio e sulla fortuna avversa. I ragazzi di Fattori piegano gli ultimi in classifica solo nei minuti finali, portando a tre la striscia di vittorie consecutivi, e a 5 quella dei risultati utili. Ancora una volta decisivo Cristiano Roversi, che con la rete di giornata arriva a quota 13 marcature. Ancora una volta però, e questa è una nota dolente, l’Aprilia non capitalizza i rigori che le vengono dati a favore. E’ già la quinta volta che i pontini sbagliano i rigori in questa stagione: Cannariato, Pagliaroli ed Esposito hanno dimostrato in varie occasioni che serve un allenamento specifico per queste situazioni.

Anziolavinio ed Aprilia scendono in campo separati da 23 punti in classifica, ma sul campo questa differenza non si nota, soprattutto per demerito dell’Aprilia, che lascia spazio alle avanzate dei locali e di fatto butta via il primo tempo. La prima azione pericolosa della gara, e comunque una delle poche della prima frazione di gioco, è firmata Buonocore, ma il suo tiro finisce a lato della porta difesa da Caruso. I minuti scorrono senza particolari emozioni, e la sensazione è che l’Aprilia difetti di concentrazione in questo primo tempo. Al 33′ un colpo di testa di Montella sugli sviluppi di un calcio d’angolo non va lontano dalla traversa, ma è davvero l’unica azione degna di nota in questo primo tempo molto scialbo e privo di interesse.

La ripresa comincia con un piglio leggermente diverso, e dopo pochi secondi un pallone buono capita a Tomei, ma il suo tiro non inquadra la porta. Al 51′ l’Aprilia va vicina al vantaggio su calcio piazzato: una punizione battuta da Esposito costringe il portiere locale Rizzaro ad un grande intervento per deviare la palla in calcio d’angolo. Quando Rizzaro non ci arriva, è la fortuna ad assistere l’Anziolavinio. Siamo al 60′ quando Giangrande crossa verso il centro e trova la testa di Roversi, che piazza il pallone angolato. La palla sbatte sul palo, percorre tutta la linea di porta, sbatte sull’altro palo e l’azione sfuma così, tra gli sguardi increduli di tutti. Al 74′ Ugolini commette fallo su Pagliaroli in area di rigore: l’arbitro concede il penalty all’Aprilia, che presenta Esposito sul dischetto, dopo il rigore sbagliato da Cannariato settimana scorsa contro il Terracina. Purtroppo non va meglio, con Rizzaro che addirittura blocca il pallone in due tempi. La sfortuna non finisce di colpire, infatti al minuto 82 una bellissima punizione tirata da Cannariato non trova l’opposizione di Rizzaro, ma quella della traversa sì, e il risultato non si schioda dallo 0-0. I ripetuti tentativi dei ragazzi di Fattori di pervenire al vantaggio trovano soddisfazione al minuto 86, quando Cannariato si infila sorprendendo la difesa locale, pennella un bel cross per Roversi che appostato in area stavolta non fallisce l’appuntamento con la rete. Il vantaggio dell’Aprilia si concretizza a meno di 5 minuti dal termine, e uno si aspetterebbe che l’Anziolavinio subisca il colpo del KO. Invece no, la squadra di casa ci crede e quasi sfiora il colpaccio al 93′, Caruso è costretto a respingere su una palla messa in mezzo, ma trova Tomei pronto alla ribattuta in rete. Il piazzamento sulla linea di porta di Esposito e la sua prontezza nello sventare la minaccia valgono i tre punti, e di conseguenza l’errore dal dischetto di 20 minuti prima è “perdonato”. L’Aprilia porta a casa l’intera posta battendo l’Anziolavinio per 1-0.

Nove punti nel girone di ritorno, ottimo cammino dell’Aprilia che capitalizza al meglio il calendario piuttosto favorevole, e che tra due domeniche, per la precisione l’8 Febbraio prossimo, se la vedrà con l’Ostia Mare, vincente in casa contro l’Isola Liri per 2-0 e terzo in classifica, in attesa del San Cesareo, che non ha disputato la gara di Sora a causa della tragica scomparsa di Roberto Longo, il magazziniere del Sora, prima dell’inizio della gara. Le prime due stravincono ancora, la Lupa Castelli Romani ne fa 4 in casa del Selargius, mentre la Viterbese Castrense trova un Arzachena compatto fino al goal del vantaggio, poi ha vita facile e finisce 3-0. In coda il Palestrina, prossimo avversario dell’Anziolavinio, perde contro la Cynthia, e il Terracina è sempre più nel baratro: vinceva 1-0 in casa contro il Fondi, ma si fa rimontare e superare nella ripresa. Pareggio all’ultimo secondo tra Budoni ed Olbia, e l’Aprilia ringrazia per il quinto posto in solitaria.

TABELLINO

ANZIOLAVINIO: Rizzaro, Ricci, Antinori, Nanni (79′ Cascioli), Ugolini, Tomei, Fischetti, Succi, Mastrosanti, Buonocore (69′ Pasquariello), Billi. A disp. Cirilli, Diana, Burini, Guida, Tortora, Mercuri. All. Guida

APRILIA: Caruso, Montella, Toto (59′ Sossai), Maola, Cannariato, Esposito, Cioè, Fabiani, Roversi, Pagliaroli (87′ Tozzi), Giangrande. A disp. Casciotti, Trincia, Crepaldi, Schiumarini, Visone, Areni, Mele. All. Fattori

ARBITRO: Mastrogiuseppe di Sulmona

ASSISTENTI: Caso di Nocera Inferiore, Montagnani di Salerno.

MARCATORE: 86′ Roversi

AMMONITI: Ugolini (ANZ), Succi (ANZ), Bonocore (ANZ), Billi (ANZ); Roversi (APR), Cioè (APR), Tozzi (APR)

ANGOLI: Anziolavinio 1, Aprilia 3

RECUPERO: 2′ pt, 6′ st

Annunci

Ventesima giornata: i risultati

Quanta fatica per l’Aprilia! Solo al minuto 86 la squadra di Fattori ha la meglio sul fanalino di coda Anziolavinio, con una rete di Roversi che ha sorpreso la difesa di casa. Prima si era reso protagonista con un tiro che ha preso entrambi i pali prima di finire tra le braccia del portiere Rizzaro. Da segnalare ancora un rigore sbagliato dall’Aprilia al 74′, stavolta da Esposito. Urge trovare un rigorista, quasi tutti i rigori vengono neutralizzati. Tragedia a Sora, prima dell’inizio della gara muore Roberto Longo, un magazziniere del Sora, per un infarto, mentre era intento a preparare le maglie per i giocatori della sua squadra; la partita è stata rinviata a data da destinarsi.

ANZIOLAVINIO – APRILIA: 0-1
ASTREA – NUORESE: 1-1
BUDONI – OLBIA: 2-2
CYNTHIA – PALESTRINA: 1-0
OSTIA MARE – ISOLA LIRI: 2-0
SELARGIUS – LUPA CASTELLI ROMANI: 0-4
SORA – SAN CESAREO: RINVIATA
TERRACINA – FONDI: 1-2
VITERBESE CASTRENSE – ARZACHENA: 3-0

Clicca qui per la classifica aggiornata

Ventesima giornata: Anziolavinio – Aprilia

AnziolavinioAprilia

Terza giornata di ritorno del Campionato di Serie D: l’Aprilia, dopo le due vittorie consecutive sul campo dell’Astrea ed in casa contro il Terracina nell’anticipo di sabato scorso, si prepara alla trasferta in casa dell’Anziolavinio, fanalino di coda del girone e sempre più “condannato” alla retrocessione. I ragazzi di Fattori hanno ritrovato la strada del successo dopo 7 giornate senza portare a casa i 3 punti, e nel girone di ritorno sono a punteggio pieno. La partita di domenica è un’ottima occasione per allungare la striscia vincente, ma i biancoazzurri devono stare concentrati, perché le insidie sono sempre dietro l’angolo.

L’Anziolavinio in questa stagione ha raccolto soltanto 7 punti, ed ha la peggior difesa del torneo, ben 55 le reti incassate. Non è l’ultimo attacco però: con i suoi 16 goal segnati, ha fatto meglio del Cynthia, che ne ha segnati solo 15, ma li ha messi meglio a frutto, perché si trova a 19 punti contro i 7 dell’Anziolavinio. Nell’ultima giornata il Palestrina, vincendo, ha creato un solco quasi incolmabile tra penultimo ed ultimo posto, di ben 6 punti, che sarebbero 8 se non ci fossero le penalizzazioni di mezzo. Questo dato rende l’idea di come l’Anziolavinio stia procedendo con un ritmo troppo basso, diverso da quello di tutte le altre squadre, anche quelle invischiate nella lotta retrocessione.

L’Anziolavinio è in serie negativa da 5 giornate; l’ultimo punto raccolto risale alla quattordicesima, un 2-2 interno contro quel Selargius che giusto 6 giorni dopo ne rifilò 5 ai ragazzi di Fattori. L’unica vittoria stagionale risale alla quarta giornata, quando in casa l’Anziolavinio si impose sul Palestrina per 1-0, inaugurando la miniserie di 3 partite senza perdere. Seguirono infatti i pareggi con Nuorese ed Isola Liri. Poi il declino che ha portato alla situazione di classifica attuale.

Per l’Aprilia, la vittoria per 3-0 sul Terracina ha portato ottimismo e ha permesso ai pontini di raggiungere quota 30 punti, che in ottica “mantenimento della categoria”, che è stato l’obiettivo dichiarato dalla società, è già un buon andare, considerato che al termine del campionato mancano 15 giornate, e che i playout sono distanti 8 punti.

Quella di domenica sarà la quarta visita dell’Aprilia in casa dell’Anziolavinio. Finora 2 vittorie per l’Aprilia ed un pareggio. L’ultimo precedente risale al 2010/11 quando l’Aprilia vinse 2-0. Le altre due sfide si disputarono nei campionati di Eccellenza. In totale i precedenti tra Anziolavinio ed Aprilia sono 8, metà dei quali vinti dall’Aprilia, e il resto equamente diviso tra pareggi e sconfitte.

Clicca qui per consultare i precedenti tra Aprilia ed Anziolavinio

Nella partita disputata nel girone di andata, l’Aprilia ebbe la meglio sull’Anziolavinio, con il risultato di 3-1, con doppietta di Cannariato, e rete di Pagliaroli. In mezzo, il momentaneo 1-2 di Metta.

Aprilia – Anziolavinio: 3-1

La partita inizierà alle ore 14:30. Sugli altri campi, la capolista Lupa Castelli Romani sarà impegnata sul campo del Selargius, mentre la Viterbese Castrense ospiterà l’Arzachena. Il San Cesareo andrà a giocare in casa di un Sora con grandi problemi societari; il Terracina, dopo la sconfitta maturata ad Aprilia, cercherà di rialzarsi contro il Fondi.

Nella giornata di mercoledì si è giocato il recupero della partita Ostia Mare-Palestrina, rinviata settimana scorsa per furto di documenti dei giocatori del Palestrina. I padroni di casa hanno vinto per 2-0 e consolidano la quarta posizione, a quota 34 punti; il Palestrina fallisce l’occasione per avvicinare ulteriormente il Terracina.

Aprilia – Terracina: 3-0

ApriliaTerracina highlights

Giornata da incorniciare per l’Aprilia che fa bottino pieno contro il Terracina e guadagna posizioni in classifica. Durante i novanta minuti di gioco, mai si è avuta l’impressione che il Terracina potesse seriamente impensierire i ragazzi di Fattori, sia per un ottimo approccio alla gara dei locali, sia per una mancanza di convinzione e di tranquillità che ha accompagnato il Terracina. Solo Coquin tra gli ospiti si è dannato l’anima in cerca di palloni giocabili, e ha mostrato qualità molto buone. Per il resto, l’Aprilia ha controllato e colpito quando serviva.

Primi minuti a ritmo lento, con la palla sempre tra i piedi dei giocatori di casa. Azioni pericolose però non se ne vedono, anzi, è una disattenzione dell’Aprilia nell’applicazione del fuorigioco a consentire a Paris di trovarsi a tu per tu con Caruso, ma forse non se lo aspettava nemmeno lui, tant’è che calcia alle stelle e senza crederci; siamo attorno al 12′. Passano i minuti e il Terracina prova a guadagnare metri, ma solo il numero 7 ospite, Coquin, fa a sportellate con Sossai e Cannariato, cercando di portare pericoli alla porta dell’Aprilia, senza successo. Al 23′ un tiro di De Rosa da fuori area non va molto distante dal palo della porta difesa da Caruso. Proprio mentre il Terracina sembrava cominciare a crederci, arriva un calcio di punizione fischiato dall’arbitro per un fallo di Giglio su Pagliaroli. Batte Cannariato e il suo tiro è forte e sul secondo palo, il portiere ospite non ci arriva e l’Aprilia passa in vantaggio. Sette minuti dopo capita dalla stessa zolla un’altra punizione, Cannariato tenta il bis, ma la palla esce non di molto. Al 36′ è Giglio con un colpo di testa ad andare vicino alla rete del pareggio. Questa è l’ultima prodezza di Giglio in campo, perché al 42′ rimedia il secondo cartellino giallo e lascia il Terracina in 10 uomini. Il primo tempo si conclude 1-0 per l’Aprilia, in superiorità numerica.

Per la ripresa l’Aprilia scende in campo con una grinta eccezionale e nei primi 5 minuti di gioco fioccano le azioni di attacco. La più pericolosa è firmata Cioé, con un bel diagonale che fa la barba al palo. Si arriva al 55′ quando il portiere Ferrieri atterra Pagliaroli in area. Per l’arbitro non ci sono dubbi, è rigore. Sul dischetto di presenta Cannariato, intenzionato a siglare la sua seconda doppietta stagionale. Ferrieri però lo ipnotizza; per fortuna dell’Aprilia il pallone è giocabile e viene rimesso in mezzo, dove Roversi può colpire e siglare la rete del 2-0. Passa qualche minuto e il Terracina tenta di riaprire la gara con due occasioni ravvicinate. Prima La Rosa e poi Castaldi impegnano Caruso, oggi in giornata di grazia. La partita si chiude definitivamente al 72′ quando un cross di Giangrande trova Pagliaroli al centro dell’area di rigore. Il portiere Ferrieri stavolta non è impeccabile, uscendo in anticipo lascia la porta sguarnita, e Pagliaroli con una bella sforbiciata trova la rete del 3-0. La partita in realtà si chiude qui, l’Aprilia non spinge più, ed effettua i tre cambi con tutta calma. La partita finisce dopo 4 minuti di recupero.

Bella vittoria, che fa proseguire un momento positivo per i ragazzi di Fattori. Calendario alla mano, bisogna continuare a battere il ferro, settimana prossima si va a giocare in casa di un Anziolavinio sempre più ultimo e sempre più scoraggiato. Anche in questa giornata, sconfitta per 4-1 in casa contro l’Ostia Mare. Il Palestrina vince contro l’Astrea per 2-1 e, se non fosse per i 2 punti di penalizzazione, avrebbe agganciato il Terracina. L’Isola Liri batte il Budoni per 2-1, permettendo all’Aprilia di guadagnare posizioni. San Cesareo ed Arzachena si annullano con un 1-1, e ci si mette anche la sconfitta del Sora sabato, così l’Aprilia diventa quinta a pari merito con l’Arzachena. Le prime vincono, la Viterbese Castrense solo al 93′ ad Olbia. Il Terracina domenica prossima ospiterà un Fondi lanciatissimo, dopo il 5-1 sul Selargius.

TABELLINO

APRILIA: Caruso, Montella, Toto, Maola, Cannariato (88′ Trincia), Sossai (78′ Visone), Cioè, Marchetti, Roversi, Pagliaroli (89′ Molinari), Giangrande. A disp. Casciotti, Bonanni, Schiumarini, Areni, Mele, Tozzi. All. Fattori

TERRACINA: Ferrieri, Rondinelli, Ansalone, Giglio,Testa (67′ Marfisi), Manzi, Coquin, La Rosa, Bisburi (58′ Flamini), Castaldi (72′ Bartolomeo), Paris. A disp. Imbimbo, Botta, Benedetti, Baldassarre, Bernisi, Marconi. All. Celestini.

ARBITRO: De Tullio di Bari

ASSISTENTI: Di Giacinto di Teramo, Ciancaglini di Vasto.

MARCATORI: 26′ Cannariato, 55′ Roversi, 72′ Pagliaroli

AMMONITI: Castaldi (TER), Flamini (TER), Ferrieri (TER)

ESPULSO: al 42′ Giglio (TER) per doppia ammonizione.

ANGOLI: Aprilia 4, Terracina 4

RECUPERO: 2′ pt, 4′ st

Diciannovesima giornata: i risultati della domenica

La seconda giornata del girone di ritorno di campionato si è conclusa. Le due squadre di testa continuano la loro marcia a suon di vittorie, mentre il San Cesareo è stato stoppato in casa dall’Arzachena. Torna alla vittoria anche l’Ostia Mare, in casa dell’Anziolavinio. Dopo il secondo punto di penalizzazione, il Palestrina risponde con una bella vittoria sull’Astrea. Di seguito i risultati della diciannovesima giornata:

ANZIOLAVINIO – OSTIA MARE: 1-4
APRILIA – TERRACINA: 3-0 (giocata ieri)
FONDI – SELARGIUS: 5-1
ISOLA LIRI – BUDONI: 2-1
LUPA CASTELLI ROMANI – CYNTHIA: 3-1
NUORESE – SORA: 3-0 (giocata ieri)
OLBIA – VITERBESE CASTRENSE: 0-1
PALESTRINA – ASTREA: 2-1
SAN CESAREO – ARZACHENA: 1-1

Clicca qui per la classifica aggiornata

Diciannovesima giornata: i risultati degli anticipi

Aprilia sul velluto nell’anticipo della seconda giornata del girone di ritorno contro il Terracina. I ragazzi di Fattori, tranne in un’occasione, non hanno mai rischiato nulla contro i loro avversari, e hanno vinto agevolmente la gara per 3-0. La prima rete è arrivata a metà del primo tempo con un bel calcio di punizione di Cannariato che si è insaccato sul palo lontano. Le altre reti nella ripresa: il 2-0 è siglato Roversi, che ha proseguito con successo l’azione scaturita dall’errore dello stesso Cannariato dal dischetto, al minuto 55. Il terzo goal è stato invece realizzato da Pagliaroli al 72′, con una bella sforbiciata aerea dal centro dell’area di rigore. Con questa vittoria l’Aprilia si porta in quarta posizione, in attesa delle partite di domani. Terracina contestata aspramente dai tifosi accorsi al “Quinto Ricci”. Nel pomeriggio ha giocato anche il Sora, a Nuoro, perdendo per 3-0.

APRILIA – TERRACINA: 3-0
NUORESE – SORA: 3-0

Diciannovesima giornata: Aprilia – Terracina

ApriliaTerracina

Prima partita interna del 2015 per l’Aprilia, che dopo le due trasferte consecutive in casa del Sora (1-1) e dell’Astrea (2-0 per i ragazzi di Fattori), torna al “Quinto Ricci” per la seconda giornata del girone di ritorno. L’avversario di questo turno è il Terracina, squadra che era indicata ad inizio campionato come una delle favorite dagli addetti ai lavori, ma che invece sta affrontando una stagione densa di problemi e delusioni, tanto da ritrovarsi addirittura in sedicesima posizione. Nell’ultima giornata la squadra allenata da Celestini ha perso in casa contro l’Isola Liri (0-2) una sfida importante anche a livello di morale, tra due formazioni che si trovavano più o meno nelle stesse condizioni in classifica. Sicuramente il Terracina starà cercando di preparare il derby pontino con l’Aprilia trasformando la delusione e la frustrazione per un’annata che sta andando storta in cattiveria agonistica per cercare di strappare punti vitali.

Per quanto riguarda l’Aprilia, finalmente è tornato un pizzico di sereno dopo la vittoria in casa dell’Astrea, vittoria che mancava da due mesi, e che ha permesso ai ragazzi di Fattori di mantenere contatto con il treno delle squadre in zona playoff, piuttosto che di venire risucchiati nelle zone meno tranquille della classifica. Nelle ultime tre partite in casa l’Aprilia ha raccolto solo 2 punti, frutto dei pareggi con San Cesareo (0-0) e con il Budoni (3-3 rocambolesco). Pesa come un macigno la sconfitta subita contro l’Arzachena, uno 0-4 che fa male anche solo ricordare. La vittoria in casa manca dal 3-1 contro il Fondi della decima giornata, quindi è decisamente ora di tornare alla vittoria al “Quinto Ricci”.

In Coppa Italia di categoria il Terracina è andato piuttosto lontano, ma in questa stagione il Terracina ha preso parte anche al primo turno della Coppa Italia, perdendo però 6-0 in casa del più quotato Savona. Poi molte le vittime sul loro cammino in Serie D: il Fondi, sconfitto per 4-2 in trasferta, il Neapolis, battuto in casa per 2-0, l’Agropoli, battuto ai rigori dopo l’1-1 dei 90 minuti, sempre in trasferta. E’ stato il Monopoli ai quarti di finale ad interrompere il cammino del Terracina: 2-0 per i pugliesi, che in semifinale se la vedranno con la Lupa Castelli Romani.

Per 5 volte il Terracina ha giocato al “Quinto Ricci”. L’ultima sfida, in Coppa Italia di Eccellenza, si è risolta con un 3-1 per l’Aprilia. In Serie D, la sfida manca dal 2003/04, anno in cui si risolse con un 2-2. L’unica vittoria del Terracina ad Aprilia risale all’ottobre 2001, risultato finale 1-0.

Clicca qui per consultare i precedenti tra Aprilia e Terracina

Nella gara di andata, l’Aprilia riuscì a strappare un punto molto importante nei minuti di recupero, dopo essere stata in svantaggio per due volte. Il risultato finale fu 2-2, e per l’Aprilia segnarono Roversi ad inizio ripresa, e per l’appunto Montella al 94′.

Terracina – Aprilia: 2-2

Importante: la partita verrà disputata Sabato 17 Gennaio alle ore 15, e non domenica come avviene di solito, per via dell’impegno casalingo della Lupa Roma, che disputa le sue gare interne ad Aprilia. Infatti, la Lupa Roma ospiterà domenica il Messina. Se, in un’occasione precedente, si decise di disputare entrambe le gare di domenica, una alle 11 e l’altra alle 16, stavolta si è optato per l’anticipo della gara dell’Aprilia al giorno prima.